Volkswagen New Beetle Ragster

Un po' per far scena, un po' per richiamare l'attenzione sulla New Beetle, vettura che anche negli States, nonostante gli ottimi consensi, sta iniziando a sentire il peso degli anni, al NAIAS 2005 Volkswagen presenta un'inedita concept car, la New Beetle Ragster.

La base di partenza è appunto il maggiolino di fine anni Novanta, nato da una "operazione nostalgia" cinque anni fa, ma il telaio è quello rinforzato della piu' recente versione cabrio. Questo perché al posto del tetto c'è il "ragtop", un hard top che incorpora un tetto apribile panoramico in tela. Ma il ragtop è particolarissimo anche per la sua forma, che rispetto al tetto normale è stata praticamente schiacciata di 90 millimetri; il che conferisce alla New Beetle Ragster un aspetto molto piu' dinamico e sportivo, com'è poi sottolineato dalle altre modifiche apportate al corpo vettura. Fra tutte spicca la gommatura extra large con cerchi da ben 19 pollici. E completamente ridisegnati sono anche i paraurti che ospitano cosi' prese d'aria piu' ampie nonché, al posteriore, una doppia uscita di scarico di tipo sportivo. Completa l'estetica una doppia banda argentata che percorre il frontale dell'auto, da paraurti a cofano motore, ricongiungendosi idealmente con la coda.

L'abitacolo, 2+2, si caratterizza per uno stile molto racing. I sedili sono "a guscio" di tipo sportivo come pure il volante a tre razze, mentre sulla plancia compare oltre al pulsante per l'apertura del ragtop, anche quello per l'accensione del motore. Il divanetto posteriore può essere abbattuto trasformandosi in un ampia area di carico che è tra l'altro molto curata esteticamente.

Sotto al cofano si può immaginare un potente benzina sovralimentato o un grintoso TDI. Le possibilità sarebbero tante, ma nulla è stato ancora deciso. Le prime mondiali degli studi Volkswagen a Detroit sono una tradizione che risale almeno alla Concept 1: nello stato del Michigan la Volkswagen ha presentato per la prima volta l'AAC, un pickup offroad che oggi si chiama Touareg, e il Microbus, un avanguardistico studio del van di domani. Lo scorso anno nella città americana dei motori ha debuttato lo studio a trazione integrale Concept T. La New Beetle Ragster prosegue questa tradizione. E chissà... Come un tempo il Concept 1, anche questo studio ha teoricamente il potenziale per la produzione in serie.

Fotogallery: Volkswagen New Beetle Ragster