lusso open-air

Nel 2003 Azure è uscita di produzione e, a 10 anni dalla sua presentazione, Bentley non poteva che riproporsi come la regina delle convertibili di lusso con una rinnovata ed elegantissima novità.

Allo scorso 2005 Los Angeles Auto Show, la storica casa inglese ha presentato la sua nuova convertibile, la Bentley Arnage Drophead Coupè, derivata come facile intuire dalla già conosciuta berlina.
Il passato della gloriosa casa britannica è ricco di fulgidi esempi di convertibili eccelse, segno che l’amore per gli inglesi per le vetture scoperte è sempre grande, nonostante le condizioni meteorologiche in UK non siano proprio tra le più indicate per godersi la guida in open-air.

Bentley, con Arnage Drophead Coupè, si riconferma ricercatrice di perfezione ed eleganza: nonostante le dimensioni a dir poco impegnative, l’idea che si ha osservando questa convertibile è d’assoluta purezza e leggerezza.
La linea non è stata stravolta rispetto al progetto Arnage ma, se la parte anteriore richiama la calandra e la fanaleria di quest’ultima, la parte posteriore è stata notevolmente modificata, mantenendo però il già apprezzato design-feeling di Arnage.
E’ nella vista laterale che si possono apprezzare le maggiori differenze rispetto all’Arnage, a partire dal tetto, sostituito con una elegante e curatissima capote che trasforma radicalmente Drophead in appena 25 secondi. Degni di nota sono anche i grandi cerchi da 19" pollici finemente lavorati che attribuiscono un tono elegantemente grintoso al profilo di questa nuova Bentley.
Internamente nulla si può chiedere di più, visto che gli accorgimenti e la qualità dei materiali utilizzati, pellami e lavorati del legno, è rinomata in tutto il mondo.

Per quel che concerne la guida, su questo fronte c’è qualcosa di nuovo da dire. Infatti, l’idea che una Bentley è a suo agio solo sui lungomare, ad andatura da sfilata, è ormai fuori luogo.
Sotto il cofano di Arnage Drophead Coupè pulsa il V8 da 6.750 cc. biturbo con 450 nobili CV e 875 Nm di coppia massima, già conosciuto sull’Arnage R, e che porta la nuova convertibile a toccare i 270 km/h e ad impiegare solo 5,8 secondi nel passare dallo 0 a 100 km/h.
La Arnage Drophead è senza dubbio un prodotto che mantiene le attese di quei pochi e facoltosi acquirenti che certo non si priveranno del piacere di guidare una cabrio tra le più esclusive mai concepite, una vettura che primeggia per immagine, eleganza ed anche prezzo.
Ed a proposito di prezzi, nulla è stato ancora diffuso e nemmeno nulla si sa a proposito dei consumi; dopo tutto è meglio così, sono "volgarità di cui facciamo volentieri a meno".

Fotogallery: Bentley Drophead