I punti di forza, primo fra tutti il sistema Flex-7, sono rimasti gli stessi. Cambia il contorno. La nuova Zafira ha cosi' gli stilemi allineati alle ultime creazioni di Russelsheim, ma come è tradizione per molte auto made in Germany, il rinnovamento estetico segue la logica della "evoluzione senza rivoluzione".

La vista frontale è piacevole e mostra, quasi con orgoglio, la parentela con la compatta due volumi dalla quale deriva. Tuttavia, se escludiamo il grande logo della Casa e il vistoso fregio cromato che lo accompagna, il muso della nuova Zafira potrebbe anche ricordare, e non troppo lontanamente, quello di altre vetture, soprattutto di fabbricazione giapponese. La coda, da far suo, è forse più attinente alla produzione Opel, ma sfoggia cromature con troppa disinvoltura... e a qualcuno potrebbe non piacere. La vista di fianco, invece, è sicuramente la più rassicurante. Nonostante la lunghezza non indifferente (446 cm), l'idea è quella di una Astra familiare più alta e dal muso accorciato: il risultato non è affatto negativo, complici anche la robusta nervatura che corre lungo la linea di cintura e particolari come i passaruota, sottolineati da profonde "unghiate", e le barre porta-tutto sul tetto. Proprio il tetto, mostra la particolarità più importante: la configurazione panoramica, con inserti in cristallo che migliorano la luminosità dell'abitacolo. Conseguenza del tetto "panorama", è una particolare nervatura che corre al centro dello stesso, dall'aria un po' posticcia anche perché, almeno nei primi esemplari, è rifinita in nero opaco.
Nell'abitacolo, in corrispondenza di questo "strano rialzo" è stata allestita una fascia funzionale che incorpora le numerose plafoniere, oltre che un cospicuo numero di utili e capienti vani porta oggetti. Una bella idea che, magari, ai meno giovani ricorderà l'imperiale di qualche "alfona" anni '80, simile esteticamente, molto scenografico, ma sicuramente meno valido dal punto di vista funzionale.
Come citato in apertura, è stato mantenuto ed ottimizzato il sistema Flex7, che offre sette posti "veri", mentre totalmente rivoluzionato appare il cruscotto. Più imponente e luminosa dell'attuale, la plancia della nuova Zafira offre una console centrale dall'organizzazione ormai "classica" per questo genere di vetture con un grande display multifunzionale, a cui fanno da cornice quattro bocchette d'aerazione, che sovrasta una piccola serie di pulsanti di servizio al disotto della quale sono presenti i comandi del sistema integrato audio-GPS (dove previsto, con connettività Blutooth), e i semplici comandi del climatizzatore. Il complesso è si austero, ma comunica una grande sensazione di pulizia e modernità ed è avvalorato da pannelli porta dal design semplice ed ergonomicamente efficace.
Aumentata di 20 litri la capacità del bagagliaio, che ora tocca quota 620.

Nutrita la gamma di propulsori, con unità da 1.6 a 2.2 litri. Al vertice, per erogazione, si pone il 2 litri turbo da 200 cavalli, sufficienti a spingere la multispazio alla ragguardevole soglia di 220 km/h. Seguono, sul fronte benzina, un 2.2 ad iniezione diretta, da 150, un nuovo 1.8 da 140 e il 1.6 da 105 cavalli con tecnologia Twinport. Per i diesel, la nuova Zafira attinge alla famiglia multijet Fiat, usufruendo del 1.9, qui denominato CDTI, in tre livelli di potenza: 100, 120 e 150 cv, con la disponibilità del filtro anti-particolato senza manutenzione, DPF
Ben cinque le trasmissioni disponibili. Sui motori fino a 1,8 litri, è adottato un classico manuale a cinque rapporti, che diventano sei dal 1.9 CDTI al 2.2 litri, quest'ultimo monta in opzione un classico automatico a quattro rapporti, mentre per i diesel da 120 e 150 cv è disponibile anche un automatico a sei marce. Infine, sul "milleotto" a benzina, si può sostituire il manuale con un robotizzato della famiglia Easytronic.
La telaistica e la sicurezza usufruiscono di tutti gli equipaggiamenti di ultima generazione disponibili, tra cui le esclusive Opel IDS Plus e CDC. Altri "must" della Zafira sono i fari adattivi bi-xeno, il sistema di monitoraggio della pressione dei pneumatici e l'efficace equipaggiamento SAFETEC Opel.

La nuova Zafira sarà presentata al Salone di Ginevra, mentre la produzione inizierà in Primavera per esordire in concessioanria entro la prossima estate.

Fotogallery: Opel Zafira 2005