una Musa naturalista

Fioravanti ripensa alla Musa in chiave all-road. Lo studio di stile presentato a Ginevra e battezzato KANDAHAR, caratterizza la piccola monovolume di Casa Lancia con paraurti ridisegnati e fiancate munite di inedite protezioni.
Gli interventi riguardano anche il tetto, modificato con la tecnica delle lastre piane forate in acciaio ad alta resistenza. Una soluzione che garantisce la luminosità del tetto panoramico senza ricorre a meccanismi di apertura e chiusura.

L'incremento dello sbalzo posteriore, con contestuale spostamento della traversa, ha migliorato la capacità di carico del 20 %, mentre il portellone risulta completamente trasparente integrando nell'ossatura del padiglione i due fanali al led. Molto ricercato è anche l'alloggiamento del tergicristallo posteriore, nascosto dall'elemento cromato su cui campeggia il marchio Lancia.

L'abitacolo è stato infine arricchito con finiture in legno TEK, molto belle e coerenti con la vocazione naturalista della KANDAHAR.

Fotogallery: Lancia KANDAHAR