Allo studio motori V8 sovralimentati da oltre circa 460 CV

BMW starebbe lavorando alla progettazione delle versioni M del grande SUV X5 e del nuovo Suv-coupé X6. Si tratta di due novità molto importanti, perché sarebbero i primi modelli della Casa tedesca con trazione integrale a ricevere le "cure ricostituenti" della divisione M. A riferirlo è lo stesso Ludwig Willisch, boss della divisione "M" GmbH di BMW, che ha confermato la notizia al magazine tedesco Auto Motor Und Sport.

La notizia potrebbe essere un vero toccasana per i clienti BMW amanti della sportività estrema abbinata al concetto di SUV, che per il momento possono consolarsi soltanto con il Pack M creato per l'X5 e sviluppato per chi cova un'irrefrenabile esigenza di farsi notare. Le modifiche in questo caso riguardano l'esterno, gli interni ed un assetto un po' più rigido, ma i motori (3.0 Turbodiesel o V8 4.8) restano strettamente di serie.

I due super modelli, che andranno a scontrarsi con la Porsche Cayenne Turbo, l'Audi Q7 V12 e la Mercedes ML63 AMG, probabilmente non saranno equipaggiati con motori a 10 cilindri attualmente in uso su M5 e M6, ma con unità a 8 cilindri con una potenza massima di circa 460 cavalli

Entrambi i prototipi esisterebbero già e sarebbero impegnati nei test di sviluppo lungo il circuito Nurburgring per verificarne assetto, tenuta di strada, reazioni del telaio... alla ricerca del layout ottimale.

BMW X5M e X6M dovrebbero essere pronte entro la fine del 2009, mentre per la commercializzazione si parla dell'inizio del 2010.