Allestimento più sobrio e prezzo ridotto

La gamma Subaru Legacy per l'Italia si amplia con l'arrivo di una versione d'ingresso caratterizzata da un equipaggiamento essenziale e da prezzi ridotti. Disponibile sia con alimentazione a benzina, diesel e GPL (da aprile), il nuovo allestimento della station wagon giapponese a trazione integrale si pone al di sotto della "base", sia per dotazioni che per listino. Il risparmio rispetto al precedente modello d'ingresso alla gamma è quantificabile in 4.080 euro. Per l'acquisto di una Legacy 2.0i con cambio manuale 6 marce sono ora necessari 27.900 euro, cifra pensata per chi vuole puntare alla sostanza Subaru del motore boxer e del sistema Symmetrical AWD.

La nuova Legacy "entry level" si distingue dalle altre versioni per i cerchi in acciaio da 16" con copricerchi, per il correttore manuale dell'assetto fari, per i fari alogeni anziché allo xeno, per la fascia inferiore del parabrezza riscaldabile e per il volante regolabile in altezza e profondità, con comandi radio. Gli altri modelli che vanno ad ampliare verso il basso l'offerta di Subaru Legacy sono la 2.0i Bi-Fuel 6MT a 30.200 euro, la 2.0D 6MT a 29.900 euro. Chi vuole approfittare della comodità del cambio automatico a variazione continua sono anche disponibili la Legacy 2.0i Lineartronic da 30.200 euro e la Legacy 2.0i Bi-Fuel Lineartronic, che a 32.500 euro rappresenta il top di questi nuovi e più sobri allestimenti.

Subaru Legacy "entry level"

Foto di: Fabio Gemelli