il diesel arriva anche per l'ammiraglia...

A sentir parlare di Jaguar alimentate a gasolio viene sempre da storcere un po' il naso. Ma i tempi cambiano ed il mercato spesso impone anche scelte che difficilmente vanno d'accordo con l'immagine e la storia di certi gloriosi marchi.

Dunque c'è da poco stupirsi se dopo X-Type ed S-Type, ad essere equipaggiata con un moderno propulsore diesel common rail è anche l'ammiraglia di Conventry, la XJ.

Si dice che "Nulla è per sempre" e la XJ ne è la prova lampante: dopo 36 anni di motori a benzina più o meno performanti, questo è il primo diesel, un V6 2,7 litri bi-turbo capace di 207 cv e 435Nm di coppia massima a 1900 g/m.

Il propulsore in questione è un vero concentrato di tecnologia e per averne immediata conferma basta uno sguardo alle caratteristiche tecniche: blocco cilindri realizzato in lega ultraleggera CGI (Compacted Graphite Iron) materiale che ha permesso di limitare il peso totale del motore a soli 202 kg, sovralimentazione mediante 2 turbocompressori a geometria variabile gestiti elettronicamente, testata a 4 valvole per cilindro, iniettori piezoelettrici e filtro antiparticolato (CDPF) grazie al quale viene rispettata la normativa Euro 4.

Caratteristiche di assoluto rilievo quindi che vanno ad aggiungersi alle doti già eccezionali dell'ammiraglia di Coventry, prima fra tutte il telaio interamente in alluminio saldato e unito da uno speciale adesivo epossidico, metodo grazie al quale la XJ ha guadagnato una rigidità torsionale maggiore del 60% rispetto al modello precedente perdendo il 40% del peso.

La XJ 2.7 TDVi può vantare cosi' ottime prestazioni nonostante una "cavalleria" non proprio da record; la velocità massima è di 225 km/h e nell'accelerazione da 0 a 100 km/h ferma il cronometro poco prima degli 8 secondi. Buoni anche i consumi che la Casa dichiara nell'ordine medio di 8,1 litri di gasolio ogni 100 km percorsi.

Ricchissima infine la lista di accessori che, come di consueto in Casa Jaguar, unisce tradizione e tecnologia, eleganza e sportività. Su questa nuova versione sono disponibili interni in pelle pieno fiore, plancia e portiere arricchite da generosi inserti in pregiata radica, climatizzatore automatico a quattro zone, sistema Bluetooth, navigatore satellitare con schermo TFT touch screen da 7", sistema multimediale con Hi-Fi,DVD, TV e due schermi LCD inseriti nei poggiatesta anteriori, controllo di velocità di crociera (ACC) con sensori di prossimità, sospensioni attive CATS, cerchi in lega da 18" o 19"(optional), monitoraggio pressione pneumatici, fari ad attivazione automatica e tergicristalli con sensore pioggia .

Fotogallery: Jaguar XJ 2.7 diesel