Arriverà nelle Filiali e nelle concessionarie della Stella a tre punte solo fra qualche mese, ma già fa parlare di sé.
La Classe S è da oltre cinquant'anni punto di riferimento del segmento nonchè simbolo di eleganza, prestigio e tecnologia per Mercedes, e il nuovo modello che si appresta ad affacciarsi sul mercato non solo avrà il compito di continuare tale tradizione, ma anche di innalzare ulteriormente i "soliti" standard di assolutezza ed eccellenza.

Alla nuova Classe S, l'appellativo di "concentrato di tecnologia" va addirittura stretto, molto stretto oseremmo dire se non vivessimo in un'epoca in cui le innovazioni si susseguono a ritmo sempre più frenetico e incalzante lasciandoci sempre meno stupiti.

Il pericolo, però, è che troppa tecnologia releghi a un ruolo secondario il design che, nella nuova Classe S merita una menzione speciale. La S sfoggia una fusione quasi perfetta tra le proporzioni classiche e la modernità dei particolari estetici. I volumi sono rassicuranti e costituiscono un bilanciato ritorno al passato rispetto alla versione che va a sostituire. Quest'ultima, profilatissima, aveva un design quasi "sottotono" rispetto alle tradizionali ammiraglie di Stoccarda. Con la nuova S, quindi, la Mercedes riacquista un'ammiraglia imponente, non tanto nelle dimensioni, quanto nel design. Scendendo nei particolari, non si può sorvolare sul frontale affilato in cui i proiettori, di foggia inedita, incorniciano la classica calandra che, dopo anni di affinamenti, forse ha raggiunto la perfezione estetica. Bella la linea a cuneo, sottolineata dai muscolosi passaruota anteriori, la cui bombatura sale ben oltre la linea di cintura e regala dinamismo all'insieme. Insomma, la nuova ammiraglia della Stella sarebbe quasi la quadratura del cerchio, se non fosse per i dubbi che suscita nella vista posteriore. Niente che pregiudichi la positività del giudizio, però il design e le dimensioni dei gruppi ottici, forse un po' forzati, stonano con l'eleganza dell'insieme.

La Classe S come di consueto sarà disponibile in due varianti di carrozzeria con lunghezze di 5076 e 5206 millimetri, esattamente 33 e 43 mm in più rispetto al modello precedente. Il passo è quindi aumentato di 70 e 80 millimetri, raggiungendo rispettivamente quota 3035 e 3165 mm. Infine larghezza e altezza sono aumentate di 16 e 29 millimetri .
Ne derivano quindi maggiori spazi interni per i passeggeri, più spazio per la gambe e per la testa ma anche per i bagagli con un vano maggiorato di 60 litri per un totale di 560.

L'abitacolo, totalmente ridisegnato è arricchito da generosi inserti in legno pregiato con listelli cromati, comandi in alluminio e da un'accurata scelta dei colori sempre perfettamente coordinati.
La plancia, anch'essa di nuova concezione segue i più moderni standard ergonomici con strumentazione principale e schermo LCD TFT multifunzione posti alla stessa altezza in modo da favorirne una più sicura consultazione da parte del pilota. La disposizione della strumentazione costituisce una novità assoluta per la Mercedes, che abbandona il classico cupolino, per un quadro strumenti più esteso, che arriva fino alla consolle. Il risultato estetico, simile d'altronde a quello delle ultime grandi Audi, è quasi un ritorno alla moda tipicamente "anni '80", di disporre gli strumenti su un solo piano di lettura, occupando circa la metà della larghezza della plancia. Nuovi e più immediati anche i comandi grazie alla nuova generazione del sistema Comand (Cockpit Management and Data System) che adotta ora un "controller" posto sulla plancia. Grazie a questo nuovo selettore - che fa molto iDrive Bmw - il conducente può accedere più facilmente a tutti i menù e sottomenù del sistema, si spera, distraendosi meno dalla guida.
Fra i gadget tecnologici controllati da questo sistema troviamo climatizzatore (azionabile anche dall'elegante listello portainterruttori posto sotto le bocchette di aerazione), Hi-Fi, TV, Cd e Dvd changer, navigatore satellitare (dotato di Hard Disk!) e lettore di schede PCMCIA.
Da segnalare anche il nuovo volante multifunzione dotato di due "pad" a 5 vie con cui è possibile controllare e accedere a tutte le funzioni fin qui descritte.
Un'altra innovazione di rilievo per l'abitacolo è l'eliminazione della leva del cambio automatico a 7 rapporti 7G-Tronic (di serie), che grazie al sistema Direct Select è ora controllato elettronicamente ed azionabile tramite una leva posta sulla destra del piantone dello sterzo .
Anche grazie a questa nuova configurazione possiamo trovare ora la tastiera del telefono cellulare di bordo (optional) sotto il comodo poggiabraccio in pelle dietro il Comand Controller.
Sulla Classe S la tecnologia riguarda anche i sedili che oggi, grazie al sistema Multicontour, possono adattarsi automaticamente al corpo del conducente e del passeggero garantendo inoltre regolazioni elettriche millimetriche e funzione di massaggio.

Per ciò che riguarda la sicurezza troviamo un upgrade di tutti i sistemi ad iniziare dalle sospensioni pneumatiche AIRMATIC, la cui taratura (Comfort e Sport) è ora selezionabile tramite un pulsante. In modalità Sport la Classe S, superati i 120 km/h, si abbassa automaticamente di 20mm migliorando così la dinamica di marcia e consumi.
Innovazioni di punta sono invece il BAS PLUS (in combinazione con il sistema Distronic) e il PRE SAFE, con il primo in grado di controllare autonomamente velocità di crociera, distanza dei veicoli che precedono, potenza della frenata e luci di stop adattive e il secondo in grado di riconoscere situazioni di pericolo come frenate improvvise o sbandate, proteggendo i passeggeri tramite tensione preventiva delle cinture, chiusura dei finestrini e maggiore contenimento dei sedili Multicontour.
Insieme al Bas Plus è inoltre disponibile un nuovo sistema di sicurezza che prevede una telecamera al posteriore per facilitare le manovre in retromarcia e fari a raggi infrarossi all'anteriore per visualizzare nello schermo LCD sulla plancia eventuali ostacoli nascosti nel buio della notte... Tra l'altrp, grazie a questi nuovi proiettori la nuova Classe S aumenta la visibilità ad abbaglianti accesi ad oltre 150 m.

Al lancio saranno disponibili due motorizzazioni, il noto 3,5 litri V6 da 272 cv (200 Kw) della S350 e un inedito V8 da 388 cv (285 Kw) e 530 Nm di coppia massima disponibili già a 2800 g/m che permetterà alla S500 prestazioni entusiasmanti (come ad esempio un'accelerazione da 0 a 100 km/h nell'ordine dei 5,4 secondi). Nel corso del primo trimestre 2006 sarà presentata la S600 a 12 cilindri - potenziata a 517 cv (380 Kw) e 830 Nm di coppia massima a 1900 giri/min - e la S320 CDI dotata del moderno 3 litri V6 common rail di ultima generazione da 231 cv con di filtro antiparticolato (FAP). Quest'ultima unità è in grado di sviluppare una coppia massima di 540 Nm a partire da 1600 giri/min.

Fotogallery: Mercedes Classe S

Foto di: Luca Dieni