make up

Nonostante il successo di Vectra sia consolidato, con oltre 600.000 esemplari venduti in tutto il mondo, non è questo un motivo per adagiarsi sugli allori.

La concorrenza incalza costantemente, tanto più in un segmento affolato come quello di Vectra. Per intendersi, basta ricordare che Volkswagen ha appena lanciato la nuova Passat, Peugeot la sua 407, mentre Renault Laguna, Skoda Octavia e Citroen C5 si sono rinnovate di recente; senza contare poi del grande successo che stanno riscuotendo Mazda 6 e Volvo V50.

Per rimanere al passo Opel ha cosi' messo a punto un restyling rigenerante per Vectra e per la meno diffusa Signum. Caratteristica più evidente dei rispettivi my2006, è senza dubbio il nuovo disegno del frontale che esprime, insieme al caratteristico andamento della linea di cintura, maggior dinamismo e sportività. Altri elementi tipicamente Opel sono il rialzo sul cofano motore, il paraurti anteriore che scende in modo quasi verticale e, soprattutto, i nuovi fari che si prolungano nei parafanghi e nel cofano motore.

Per quel che concerne l'abitacolo, migliora ulteriormente la qualità degli assemblaggi. La parte superiore della plancia e dei pannelli porte è rivestita con una nuova goffratura granulata ad effetto pelle, mentre sul cruscotto spiccano nuovi profili degli strumenti con finuture cromate. Un apprezzato tocco di sportività è dato poi dal volante a tre razze, di serie su tutte le versioni di Vectra e Signum.

Opel Vectra e Signum 2006, dal punto di vista propulsivo, offrono una discreta gamma di motori: due benzina (1.800 cc da 122 CV e 2.000 turbo da 175 CV) e tre turbodiesel common-rail CDTI (due 1.900, da 120 CV e 150 CV, e un 3.000 cc da 184 CV). Tutti omologati Euro 4.
Tutte le versioni (fatta eccezione per la 1.800 a benzina) sono equipaggiate di serie con un cambio manuale a 6 marce. Una trasmissione automatica a 6 marce con funzione "ActiveSelect" è invece disponibile per le versioni 1.9 CDTI da 150 CV e 3.0 V6 CDTI.

Interessanti sono infine le migliorie apportate a telaio, sospensioni ed elettronica, mediante appunto l'introduzione del nuovo autotelaio interattivo IDS (Interactive Driving System), della taratura elettronica continua degli ammortizzatori CDC (Continuous Damping Control) e di un collegamento in rete di tutti i sistemi di guida. Tali dispositivi, uniti ad altri accessori ordinabili attingendo alla lunga lista optional, rendono Vectra e Signum paragonabili, per doti dinamiche e confort, a ben più blasonate concorrenti.

Fotogallery: Opel Vectra e Signum my2006