le caratteristiche...

Parlare con cognizione di un modello in via di definizione, fino a pochi anni fa, era un vero e proprio esempio di competenza (in primis), ma anche di coraggio. Le case automobilistiche mal vedevano tale informazione e cercavano di proteggere quanto più possibile i propri progetti. Col mutare dei dettami del marketing, fattisi via via sempre più aggressivi, i costruttori hanno imparato che svelare con dovuto anticipo le proprie novità, crea nei possibili acquirenti un "effetto attesa" che, di fatto, indebolisce gli avversari.
L'Audi è andata oltre, enfatizzando il concetto di anteprima per la propria SUV, la Q7

E' quasi un anno che girano informazioni su questa vettura, precedute con dovuto anticipo da un concept, la Pikes Peak (che ora possiamo definire molto poco "concept"). Così, prima di far conoscenza con la Q7 definitiva, abbiam visto immagini di prototipi ancora mascherati impegnati in difficili passaggi off-road e poi foto, più o meno sgranate, di esemplari definitivi... visti di fronte o di tre quarti. E il tutto con il bene placido della Casa madre che ha preparato un ottimo terreno per il suo nuovo modello.
Ora siamo, praticamente alla terza puntata: ci sono tre foto ufficiali e qualche dato tecnico. Giusto per gradire.

Inutile definire la Q7 una grande SUV, si era capito già dai tempi della Pikes Peak. Oggi i dati ufficiali lo confermano, 5.86 metri di lunghezza e 1.93 di larghezza. Enorme

Per muovere cotanta massa, per adesso, ci sono due propulsori di eccellenza: il V8 4.2 ad iniezione diretta di benzina FSI, con 350 cv e il V6 tre litri turbodiesel da 233 cv con ben 500 Nm di coppia massima (il benzina ne ha 440). Insomma, abbiamo capito di cosa stiamo parlando. Ovviamente la trazione è di tipo Quattro con ripartizione della coppia 40-60 tra avantreno e retrotreno. Sospensioni ad altezza variabile e sofisticatissimi sistemi di gestione della dinamica del veicolo (è previsto un rilevatore radar per le manovre e il cambio di corsia) regalano alla Q7 la giusta dote di sicurezza.

Dal punto di vista estetico, siamo di fronte ad un qualcosa che, o piace o lo si odia profondamente. La Q7 non conosce mezzi termini neanche in questo. Il design, pur rispettando i classici canoni di Casa, è appariscente, sottolineato dalle imponenti dimensioni e da alcune scelte cromatiche come la vernice bicolore. La calandra, enorme, sembra pretenda strada urlando e mostrando i denti, mentre i grandi cerchi da 18" di serie (con i 19 e i 20 disponibili in opzione) e le enormi gomme 235/60 o 255/55 paiono grattugiare l'asfalto. Letteralmente.

Il complesso, a tratti, stride con il tradizionale "understatement" Audi. Immagini e caratteristiche degli interni non sono state diramate: di sicuro si sa che ci saranno configurazioni a 5 o 7 posti, che il bagagliaio può arrivare ad una capacità di 2035 litri e che la plancia adottera la manopolina del sistema multimediale Audi (MultiMediaInterface). Per questa nuova super-SUV, quindi, l'effetto è assicurato: si presume che i concorrenti non stiano a guardare. Intanto BMW X5, Lexus RX e Mercedes ML sono avvisate. Volkswagen Touareg e Porsche Cayenne, pure...

Fotogallery: Audi Q7