parcheggio automatico

Dell'autopilota si parla spesso in campo automobilistico perché è una tecnologia vicinissima all'applicazione di serie. Basti pensare a quanto sofisticati sono diventati i regolatori di velocità cruise control.
Ma un "copilota al parcheggio" non si era ancora mai visto!

Ad innovare in questo senso è stata Citroen che ne ha sviluppato un prototipo "dimostratore" su base C3 dal nome piuttosto eloquente: CITY PARK.

Funziona cosi'. Attivato il dispositivo, se state procedendo alla ricerca di un parcheggio su una strada cittadina a meno di 25 km/h, un segnale acustico vi avvertirà dell'affiancamento ad un posto con spazio sufficiente per parcheggiare (la rilevazione è effettuata da tre captatori di distanza, integrati nel paraurti anteriore e posteriore). Quindi bisogna arrestare la macchina e confermare con la pressione di un bottone l'assistenza al parcheggio.

Comincia a questo punto la manovra e il conducente è completamente sollevato da qualunque azione sul volante: deve solo far avanzare o arretrare il veicolo seguendo le istruzioni visive o sonore che riceve. La rotazione automatica del volante è continua e avviene in funzione dello spostamento del veicolo. Naturalmente qualora il conducente desidera proseguire la manovra autonomamente, può disattivare il sistema in qualsiasi momento.

Una tecnologia interessante e soprattutto utile all'automobilista.
Peccato solo che nelle principali città italiane il problema non sia come fare un parcheggio, ma trovarlo!

Fotogallery: Citroen C3 CITY PARK