L'inglesina punta alla più pepata concorrenza tedesca

La Lotus Evora, presentata di recente al Salone dell'Auto di Londra, rappresenta il desiderio del marchio britannico di allargare ulteriormente il bacino di clientela, fino a questo momento limitato a modelli dal sapore molto particolare: Elise, Europa, Exige. La casa inglese può essere considerata l'emblema di un certo tipo di filosofia costruttiva ma con la nuova Evora sembra voler "scendere" sulla terra e offrire al grande pubblico un modello in linea con i dettami tipici di un'evergreen come la Porsche 911: "sportiva, sì, ma per tutti i giorni".

Il principio è oltremodo confermato dai progetti illustrati da Michael Kimberley, Amministratore Delegato di Lotus Cars: nei prossimi tempi le versioni della Lotus Evora si moltiplicheranno con grande "fantasia" al fine di accontentare le più variegate tipologie di appassionato o di cliente Lotus.

Tra le proposte sul piatto ci sono una versione Cabriolet e una con motore potenziato: il V6 Nissan da 3,5 litri di cilindrata dovrebbe quindi superare la soglia dei 300 CV (nella versione attuale ne eroga 280) per attestarsi sui 320. Non sarà comunque, il picco più alto di potenza raggiungibile: il motore della Evora infatti riceverà una forte cura ricostituente grazie al montaggio di un turbocompressore che dovrebbe incrementare la potenza massima fino a superare abbondantemente i 400 CV. Porsche 997 Turbo, Nissan GT-R, BMW M3 sono avvisate!

Evora, la nuova Lotus

Foto di: Andrea Farina