Tradizione e innovazione, sportività e lusso, sobrietà ed esclusività . Contraddizioni ? No, pregi, se stiamo parlando di Audi A4 Cabriolet . La nuova generazione della 4 posti convertibile di Ingolstadt è pronta al lancio sul mercato, ricca di nuovi contenuti e forte di un inedito appeal, dato dal restyling, diverrà entro breve l'oggetto del desiderio di tanti fortunati appassionati ed intenditori.

Iniziamo dal design. Rispetto alla precedente versione la nuova A4 Cabriolet guadagna in personalità, in fascino, soprattutto grazie al nuovo frontale, non a caso ispirato alla concept Nuvolari Quattro, dominato dalla calandra single-frame, ormai tipica dei modelli Audi, e ai nuovi gruppi ottici trapezoidali . La linea, pressoché invariata, rimane un punto fermo nella filosofia di questo modello, che vuole e riesce ad apparire come possente, ma allo stesso tempo elegante . Al posteriore troviamo nuovi gruppi ottici trasparenti e un nuovo diffusore che abbraccia letteralmente gli scarichi cromati posti ai lati dello stesso, un chiaro segno questo, di sportività, ma senza inutili eccessi.

Anche gli interni, da sempre punto di forza assoluto del modello, hanno beneficiato di migliorie rilevanti, sia nei materiali che nelle dotazioni . Un tocco completamente nuovo è conferito dai volanti dell'attuale generazione, con la calotta dell'airbag che riprende la forma trapezoidale caratteristica del single frame della calandra. Di serie sono anche i listelli sottoporta in alluminio come anche le modanature nello stesso materiale sparse per tutto l'abitacolo, per chi poi preferisse qualcosa di più "caldo" sono in alternativa disponibili, modanature in noce o in betulla venata in beige o grigio. Per ciò che riguarda superfici e sedili, saranno disponibili allestimenti in tessuto/pelle, pelle o pelle/Alcantara in diverse tinte e tonalità di colore.

A chiudere questo "scrigno" pensa la capote a comando elettroidraulico, azionabile fino a 30 km/h, perfezionata con nuovi isolanti e completa di lunotto in vetro. La nuova A4 Cabriolet è realmente un'auto "all seasons" e lo dimostrano, in primis la trazione integrale Quattro, ma anche la nuova capote insonorizzata, offerta come optional, che grazie a nuovi e più spessi materiali isolanti riesce a garantire anche in autostrada prestazioni, in termini di insonorizzazione, pari o quasi a quelle della A4 berlina.

A spingere questa affascinante cabriolet nel traffico cittadino come in autostrada, su strade tortuose come su lunghe panoramiche, sono 5 propulsori di ultima generazione. A fare da apripista troviamo il diesel common rail 2 litri TDI da 140cv e 320Nm di coppia, in posizione intermedia il 1.8T da 163cv, già noto alla precedente versione e il nuovo 2 litri 4 cilindri sovralimentato 2.0 TFSI da 200cv, il top di gamma benzina sarà il 3.2 FSI V6 da ben 255cv capace di spingere la nuova A4 Cabriolet fino a 250 km/h (autolimitati) e di farla accelerare da 0 a 100 km/h in soli 6,8 secondi . A questi va aggiunta la motorizzazione, forse, più interessante e, visti i tempi e le mode, appetitosa, ovvero il TDI 3.0 V6, un diesel common rail dotato di iniettori piezoelettrici capace di 233cv e 450 Nm di coppia massima disponibili fra 1400 e 3150 g/m. Con questo propulsore la A4 oltre a ottimi consumi può vantare superbe prestazioni, lo dimostrano, ad esempio i 242 km/h di velocità massima e lo 0-100 coperto in soli 7,3 secondi. La potenza di questi 5 propulsori verrà scaricata a terra mediante trazione anteriore o integrale permanente Quattro, mentre la trasmissione sarà affidata a cambi manuali a 5 o 6 rapporti, Multitronic a variazione continua commutabili in Tiptronic a 7 rapporti o Tiptronic a 6 rapporti.

Il telaio dinamico con asse anteriore a quattro bracci e asse posteriore a bracci trapezoidali con controllo direzionale è stato completamente ritarato e comprende ora numerosi nuovi componenti. Gli ingegneri Audi hanno apportato radicali migliorie a livello di elastocinematica e di taratura di sospensioni e ammortizzatori. È stato completamente rielaborato anche lo sterzo per trasmettere al conducente maggiore precisione, ma anche maggiore reattività durante la marcia. Vari supporti sono derivati dalla Audi A6 e anche il dimensionamento degli ammortizzatori degli assi anteriore e posteriore è stato effettuato tenendo presenti i valori della A6; i bracci trapezoidali e i mozzi delle ruote dell'asse posteriore nonché le barre di convergenza anteriori, invece, sono stati ripresi dalla S4.

Grazie a queste importanti modifiche e innovazioni la A4 Cabriolet raggiunge un Eccellente livello di comfort e di trazione anche in uscita dalle curve più strette: un comportamento autosterzante neutro, ma chiaramente definito, e la massima agilità. Erano queste le sfide lanciate ai tecnici addetti allo sviluppo del nuovo telaio.

Si trattava di obiettivi realizzabili soltanto attraverso una taratura precisa di tutti i nuovi elementi e dei componenti modificati. Nell'economia generale svolge ovviamente un ruolo preponderante l'asse posteriore a bracci trapezoidali con controllo direzionale. Si devono alle sue proprietà sterzanti elastocinematiche la precisa reazione allo sterzo e il notevole aumento del raggio di manovrabilità. Dalla prova dei cerchi stazionaria, la prova più attendibile per verificare il comportamento della vettura in curva nei settori limite, risulta chiaramente che nelle accelerazioni trasversali medie e alte la A4 Cabriolet necessita soltanto di un leggero aumento dell'angolo di sterzata per rimanere in traiettoria.
Per il guidatore l'effetto è chiaramente percepibile: anche ai limiti di aderenza la A4 Cabriolet non si scompone, ma rimane in traiettoria in modo perfettamente neutrale e controllabile con la massima precisione.
Allo stesso tempo i movimenti della scocca rimangono contenuti anche negli slalom veloci, senza che questa taratura dinamicamente rigida dell'assetto vada a discapito del comfort. Un effetto positivo che rimane inalterato anche nelle più diverse condizioni di carico.

In quanto a sicurezza questa nuova A4 Cabriolet vuole essere all'altezza della tradizione Audi in tutto. Una carrozzeria dalla struttura stabile e una reazione alle deformazioni appositamente studiata, sistemi di ritenzione ultramoderni, come ad esempio i nuovi airbag frontali a due fasi e, infine, un'eccellente tecnologia, quale quella delle staffe protettive dietro i sedili posteriori che scattano in caso di ribaltamento, garantiscono una sicurezza esemplare dei passeggeri.
Una base sicura è costituita già dal gruppo pianale, dove sottoporta di grandi dimensioni con profilo interno in alluminio e traverse estremamente stabili trasmettono in modo mirato o assorbono l'energia d'urto.
Passeggeri e conducente sono protetti, in caso di impatto laterale, da traverse antintrusione nelle porte e dalle pareti laterali rafforzate con profili tubolari (entrambe le strutture assorbono l'energia d'urto), nonché dagli airbag laterali.
L'airbag anteriore lato guida si attiva in due fasi e tiene conto della velocità di collisione. L'attivazione tempestiva degli airbag frontali e laterali è comandata da un complesso sistema di sensori di impatto. Oltre ai sensori Upfront, il sistema di attivazione comprende anche molti altri sensori satellitari laterali.
L'airbag anteriore per il lato passeggero può essere disattivato con la chiave della vettura. E' una funzione molto importante soprattutto quando viene trasportato un bambino sull'apposito seggiolino. Nel divano posteriore di tutte le Audi

A4 Cabriolet è installata la predisposizione per il fissaggio di seggiolini Isofix per bambini. Fa parte degli allestimenti di serie di tutte le nuove Audi A4 Cabriolet anche il sistema di avviso per il conducente di mancato inserimento delle cinture.
Una delle situazioni più rischiose per chi viaggia su una cabriolet è il ribaltamento della vettura. Per fronteggiare una simile emergenza Audi ha realizzato un telaio protettivo anteriore estremamente rigido e ha fatto ricorso a staffe protettive antiribaltamento attive. Le staffe sono contenute in comparti collocati dietro gli schienali dei sedili posteriori e scattano verso l'alto, in caso di necessità, nel giro di poche frazioni di secondo.

Un importante contributo ai fini della protezione degli occupanti è dato anche dalla struttura dei sedili. I sedili anteriori sono costruiti interamente in acciaio e hanno sostegni trasversali estremamente robusti. In caso di impatto laterale conservano quasi intatta la loro forma: rappresentano quindi un'importante integrazione delle misure strutturali dedicate all'irrobustimento della cella di sopravvivenza.

Per quanto riguarda le dotazioni, la nuova A4 Cabriolet avrà di serie fra gli altri, capote elettrica, climatizzatore bi-zona, cinture di sicurezza automatiche a 3 punti, airbag frontali e laterali, cerchi in lega 7x16", ABS e ESP di ultima generazione. Nella lunga lista di optionals troviamo invece gadget di sicuro interesse quali navigatore GPS completo di DVD e schermo LCD da 6,5", gruppi ottici Xenon Plus con integrate luci diurne, sistema dinamico di luci di svolta Adaptive Light e cerchi in lega da 17" e 18", frigo-box nel cassettino portaoggetti, sedili a regolazioni elettrica, senza contare i vari pacchetti S-Line atti ad incrementare la sportività della vettura.
La nuova A4 Carbiolet sarà in vendita da inizio 2006 con prezzi che andranno dai 37.650 euro della 1.8T ai 48.000 euro della 3.2 FSI.

Per gli amanti delle sensazioni forti, Audi riserva la novità in assoluto più ghiotta, ovvero la nuova S4 Cabriolet . Il fascino di una elegante "scoperta" con in più doti stradistiche da gran turismo e tenuta ai massimi livelli, questa è la nuova S4 Cabriolet, che dimostra tutto il suo carattere deciso e corsaiolo fin dalla prima occhiata grazie anche a particolari, sobri, ma immediatamente identificabili dai palati più fini. Grandi prese d'aria, specchietti con guscio in look alluminio, cerchi in lega da 18" e quattro terminali di scarico cromati, questi i segni distintivi di questa cabrio, adatta alla città quanto alla pista.
Sotto al cofano della S4 Cabriolet batte un cuore potente, lo stesso delle versioni berlina e Avant, un 8 cilindri a V di 4,2 litri e 344cv capace di sviluppare una coppia di ben 410 Nm a 3500 g/m. A colpire maggiormente di questo propulsore sono le reazioni immediate all'acceleratore e la sbalorditiva progressione del motore ma anche la "voce" di questo V8 non lascia indifferenti, profonda e coinvolgente regala sonorità sportive di alto livello ma senza mai cadere nell'eccesso . Le prestazioni parlano da sole, la nuova S4 Cabriolet scatta da 0 a 100 km/h in appena 5,9 secondi e tocca i 250 km/h di velocità massima, ma sarebbero molti di più se a tagliare la potenza non intervenisse il limitatore elettronico. Tanta esuberanza ha bisogno di controllo per essere tenuta sapientemente a bada ed ecco quindi un cambio manuale a 6 rapporti (o in alternativa l'automatico-sequenziale Tiptronic con DSP sempre a 6 rapporti), telaio in alluminio con nuova taratura più rigida, sterzo Servotronic con ampiezza di sterzata variabile in funzione della velocità, ESP 8.0 e trazione integrale Quattro di ultimissima generazione con ripartizione della coppia motrice 40% all'avantreno e 60% al retrotreno (configurazione con cambio manuale). Sistemi di sicurezza, dotazioni di serie e optionals sono condivisi dalla S4 con le altre sorelle minori della gamma Cabriolet.

Fotogallery: Audi A4 Cabriolet

Foto di: Luca Dieni