E' una sportiva purosangue la nuova BMW 130i, ma la sua indole corsaiola va scoperta, assaporata e goduta soltanto guidandola. Nessuna ostentazione, nessuna esagerazione, se vi aspettavate un design carico di richiami sportivi rimarrete forse delusi, ma la filosofia di BMW è questa e punta tutto sui contenuti, di valore assoluto, racchiusi in una linea sobria ed elegante, identica in tutto e per tutto, o quasi, alle versioni "tranquille" della gamma.

Appurato quindi che la sportività e l'aggressività di un'auto non passano solo attraverso l'applicazione di spoiler e bandelle sottoporta in BMW hanno puntato sulla concretezza, sul piacere di guida puro, quello che scatena brividi di piacere quasi violento, quello dato dalle prestazioni e dal dinamismo di un'auto. Come non parlare quindi subito del propulsore, vero gioiello di tecnologia, un 6 cilindri in linea di 2.996 cc, dotato di sistema Valvetronic e doppio Vanos, testata in magnesio e basamento in alluminio e magnesio, in grado di erogare la bellezza di 265cv e di sviluppare una coppia di 315 Nm fra 2.500 e 4.000 g/m. Un motore da primato quindi, anche nella stazza, essendo il più leggero della categoria con i suoi 161 kg. e nei consumi (solo 9,2 l/100km), ma soprattutto il cuore adatto a trasformare la sobria Serie 1 in un vero e proprio proiettile da pista. Le prestazioni dichiarate dalla Casa, del resto, parlano chiaro e lasciano poco all'immaginazione, con uno scatto da 0 a 100 km/h in soli 6,1 secondi ed una velocità massima autolimitata elettronicamente a 250 km/h, i dubbi in merito al carattere di questa vettura non hanno davvero ragione di essere, soprattutto se si considerano anche la trazione posteriore e il cambio manuale a 6 rapporti.

Se queste prestazioni vi hanno stupito ma anche un po' spaventato sappiate che in BMW, come da tradizione, nulla viene lasciato al caso e la 130i ne è l'ennesima prova. L'elettronica di supporto è davvero abbondante ed ogni aspetto dinamico è severamente controllato e vagliato da altrettanti sistemi ultratecnologici di ultima generazione, il tutto per unire al piacere di guida anche una sicurezza attiva e passiva di prim'ordine. Ecco quindi ciò che offre la 130i a partire dal controllo dinamico dell'assetto DSC con funzionalità di asciugamento dischi freno in presenza di umidità, passando per l'avvicinamento delle pastiglie ai dischi in caso di brusco rilascio acceleratore, anti-fading alle temperature elevate, assistente per partenze in salita per evitare l'arretramento, Dynamic Traction Control (DTC), antipattinamento in accelerazione (ASC), bloccaggio elettronico del differenziale, sistema frenante con antibloccaggio (ABS), Dynamic Brake Control (DBC), Active Steering, Cornering Brake Control (CBC), regolazione elettronica della forza frenante (EBV), fino alle luci stop a due intensità, visualizzazione permanente usura pastiglie freno, indicatore abbassamento pressione pneumatici (RPA), cerchi in lega leggera formato 17 pollici e fendinebbia. Senza contare la tenuta di per sé eccezionale data dall'avantreno tipo McPherson in alluminio a doppio snodo e barra stabilizzatrice e dal retrotreno multilink a cinque bracci in acciaio leggero. Insomma, se avete voglia di divertirvi ma non siete proprio ciò che si definirebbe un pilota provetto, avete di che stare tranquilli. Anche la sicurezza passiva è stata curata nei minimi particolari con altrettanti sistemi di sicurezza quali airbag frontali dual-stage, airbag laterali anteriori, airbag a tendina per i passeggeri anteriori e posteriori, circuito di sicurezza che interrompe la corrente in caso di incidente, stacca la pompa della benzina, apre il bloccaggio porte, accende l'hazard e le luci interne e per finire forse la dotazione più importante: le 5 stelle nei crash test Euro-NCAP.

Ma, come sottolineato in precedenza, la 130i non è, e non vuole apparire come una sorta di monoposto da città, le sue doti di abitabilità e comfort rimangono quelle ben note alle altre versioni e la perfetta fruibilità della vettura in ogni situazione rimane un comandamento assoluto. Le quattro porte, il passo lungo (2,66 metri), l'ampio portellone, la grande quantità di tasche e mensole e la conformazione di abitacolo e bagagliaio ne sono la prova, la 130i è un'auto versatile, adatta alla città come ai lunghi viaggi, capace di ospitare in piena comodità guidatore e 4 passeggeri e una buona quantità di bagagli.

A completare il quadro per ciò che riguarda l'abitacolo troviamo l'ampissima dotazione di serie e l'altrettanto completa lista di optionals. Di serie sono tasto di avviamento comfort motore, volante sportivo con corona in pelle, leva cambio corta con pomello in pelle, strumenti circolari con display maggiorato, telecomando senza batteria con funzione di chiave (la 130i riconosce la chiave e attiva automaticamente le preferenze del guidatore per la radio, il condizionatore, il sedile a regolazione elettrica e il retrovisore) il sensore stato-batteria, computer di bordo, visualizzazione dell'autonomia di tutti i componenti esposti ad usura, doppi terminali di scarico cromati, battitacco cromati, regolazione in altezza dei sedili guida e passeggero, condizionatore bi-zona con microfiltro e regolazione personalizzata lato guida e passeggero nonchè radio BMW Business con lettore CD. Fra gli optionals invece troviamo interni in pelle, navigatore DVD con sistema iDrive, impianto vivavoce Bluetooth, cerchi da 18" o 19" e lo stuzzicante "M Sports package" un kit composto da appendici aerodinamiche e da diversi particolari interni atti ad avvicinare la 130i alla sportività tipica dei modelli elaborati dalla "Motorsport". La 130i ha avuto il suo debutto sul mercato in questi giorni, i prezzi vanno dai 34.951 euro della "Eletta" ai 37.951 euro della "MSport".

Fotogallery: BMW 130i

Foto di: Luca Dieni