La Landwind verrà rinforzata...

Neanche un mese fa la copertina di OmniAuto.it titolava "JMC Landwind: un debutto col botto", riferendosi al pessimo risultato ottenuto dall'ormai arcinoto fuoristrada cinese low cost nei crash test organizzati dell'ente tedesco ADAC. Un resoconto a dir poco preoccupante: nessuna speranza di vita per il guidatore in caso di scontro frontale contro una barriera fissa a 64 km/h (e stiamo parlando della stessa prova d'urto nella quale oggi una moderna utilitaria come la Toyota Yaris o la Peugeot 1007 ottiene le 5 stelle...). L'articolo dell'epoca si concludeva con "la speranza che il costruttore rivedesse entro la commercializzazione le specifiche strutturali dei veicolo"...

E pare proprio che il clamore suscitato in Europa da questa notizia abbia sortito i suoi effetti. Di questi giorni è infatti la notizia che il produttore cinese della Landwind, la JIANGLING, abbia deciso di apportare delle modifiche strutturali alla sua vettura, intese in particolar modo come rinforzamento della scocca e riprogettazione del piantone dello sterzo. E guarda caso sarebbe proprio il disassamento di quest'ultimo, secondo i test dell'ADAC, a comportare danni fisici fatali sul conducente (in merito vi segnaliamo questo video).

A questo punto non ci resta che aspettare fiduciosi i risultati dell'ente Europeo preposto ufficialmente per i crash test, l'Euro NCAP, che nei prossimi mesi dovrebbe testare la Landwind rivista e corretta. Un presupposto indispensabile perché la JIANGLING possa recuperare le fiducia e in qualche modo limitare i pregiudizi degli europei sull'auto "made in China".

Noi staremo a vedere, pronti ad informarvi su tutti gli sviluppi della vicenda e sulla probabilmente rinviata commercializzazione. Intanto troviamo curioso (molto curioso) che il sito internet italiano della Landwind, accessibile fino a poco tempo fa, risulti oggi "under construction"... (http://www.jmc-landwind.it)

Fotogallery: La Landwind verrà rinforzata...