Da marzo tutti i motori rispetteranno la nuova normativa

Dal mese di marzo, MINI aggiornerà la propria gamma, composta da MINI, MINI Clubman e MINI Cabrio, proponendo nuovi propulsori a benzina che soddisfano le norme anti-inquinamento Euro 5.

Analogamente all'attuale offerta, si parte con la MINI One disponibile in due livelli di potenza: la versione entry-level vede aumentare la cilindrata da 1,4 litri ad 1,6 litri, la potenza rimane invariata a 75 CV, ma la coppia aumenta di ben 20 Nm arrivando così a 140 Nm disponibili già a 2.250 giri/min. Il secondo step di potenza del 1.6 litri prevede 98 CV e 153 Nm di coppia disponibili fin dai 3.000 giri/min., cioè 2 KW (2,68 CV) e 13 Nm in più rispetto al motore che sostituisce. Le Cooper, spinte da propulsore 1.6 litri aspirato euro 5, ricevono un aumento di 2KW (2,68 CV) arrivando così ad una potenza massima di 122 CV sviluppata a 6000 giri/min. e una coppia massima di 160 Nm a 4.250 giri/min. Al top di gamma troviamo il 1.6 sovralimentato euro 5 da 184 CV a 5.500 giri/min. e 240 Nm di coppia massima già da 1.600 giri/min, che equipaggia la MINI Cooper S, la Cooper S Clubman e la Cooper S Cabrio .

Con la sostituzione dei motori Euro 4 benzina, termina la produzione del modello MINI Ray G, caratterizzata dal prezzo d'attacco competitivo, da un equipaggiamento ridotto al minimo indispensabile e dall'impianto GPL.

MINI 2010

Foto di: Fabio Gemelli