La piccola giapponese

Si rinnova Cuore, la city car della Daihatsu, Casa automobilistica leader in Giappone nel settore delle compact car.
Da noi purtroppo è un modello che si considera poco, e di certo non perché abbiamo meno problemi di traffico delle metropoli giapponesi, dove auto cosi' piccole ed economiche sono molto diffuse. E diciamo "purtroppo" perchè è un modello che consuma pochissimo, appena 21 Km/l, e costa di partenza 7.590 €.
Il problema è che per conquistare noi italiani, ci vuole anche uno stile accattivante (o di tendenza) e possibilmente il blasone; "doti" di cui al momento Daihatsu non dispone. Ed è un peccato.

Cuore MY2006 si caratterizza per pochi cambiamenti di dettaglio che svecchiano il frontale e soprattutto aumentano il confort dell'abitacolo. La seduta dei sedili anteriori è stata ad esempio aumentata di 30 mm, mentre i comandi degli alza cristalli elettrici sono stati spostati dalla plancia sui pannelli porta. Ma per sentirsi a proprio agio, anche l'occhio vuole la sua parte e il rivestimento dei sedili, ma anche di pannelli porta e soffitto, è disponibile in un nuovo colore beige molto riposante, in coordinato con il cruscotto che puo' essere nero e anch'esso beige con inserti color argento.

Fotogallery: Daihatsu Cuore