Rinspeed zaZen

Al Salone di Ginevra 2006 verrà svelato l'ultimo gioiello della Rinspeed, realizzato in collaborazione con la svizzera Bayer MaterialScience, leader nel mercato delle produzione di materie plastiche.
"zaZen", questo il nome del prototipo, sarà una vettura laboratorio, banco di prova per numerose innovazioni e in particolare della proiezione olografica.

L'utilizzo di materie plastiche, come un policarbonato ad alta tecnologia chiamato Makrolone, rendono la zaZen capace di cambiare colore come un camaleonte, garantendo al conducente un controllo totale del veicolo. A cominciare dall'aspetto di tutte le superfici interne ed esterne, tetto, pannelli, cruscotto. Addirittura si puo' modificare il grado di trasparenza dei vetri, per proteggere gli occupanti dagli sguardi indiscreti. E lo stesso sistema di gestione della colorazione può essere utilizzato per la strumentazione, proiettata sul cruscotto.

Le poltrone sono costituite da un guscio di policarbonato a forma di conchiglia ad effetto "glaciale" - come ama definirle la stessa Rinspeed - e colorate di una tinta arancione.

Ma queste sono solo alcune delle tante caratteristiche che saranno svelate durante la presentazione di Ginevra, un appuntamento destinato a rilevarsi tra i più interessanti della rassegna elvetica.