Confermata la presenza del monovolume tedesco

È ufficiale. Oltre a quelle annunciate, tra le novità dell'80mo Salone di Ginevra (4-14 marzo) ci sarà anche la nuova Volkswagen Sharan che si rinnova in modo sostanziale dopo ben 15 anni. Arriva dunque a sorpresa la seconda generazione della monovolume media di Wolfsburg, figlia di un progetto congiunto con l'Ovale Blu dal quale, oltre alla Sharan, vennero fuori la Ford Galaxy e la Seat Alhambra.

Erano gli anni '90 e Fiat e Peugeot avevano stabilito l'accordo Sevel Nord dal quale ancora oggi scaturiscono i vari Fiat Ulysse, Lancia Phedra, Citroen C8 e Peugeot 806. Nel frattempo però è mutata la filosofia costruttiva di questi mezzi che, originariamente basati su piattaforme specifiche o derivate da mezzi commerciali, derivano ora da piattaforma automobilistiche in tutto e per tutto. Ecco quindi che la Ford ha deciso di fare derivare gli attuali Galaxy e S-Max derivano dallo stesso pianale della Mondeo mentre la Volkswagen si è presa un po' più di tempo.

La Sharan sarà basata sulla piattaforma PQ35 che, grazie alla sua modularità, copre un'amplissima fascia di modelli, dalla Golf fino alla Passat. Pertanto anche i motori saranno quelli che ben conosciamo, ovvero tutti a iniezione diretta, preferibilmente con turbocompressore e potenze da 122 CV a 170 CV con cambi manuali e DSG a doppia frizione con 6 o 7 rapporti e trazione anteriore o integrale con giunto centrale Haldex. Le dimensioni dovrebbero attestarsi intorno ai 4,7-4,8 metri (oggi la lunghezza è di 4.64 metri) con abitacolo naturalmente a 7 posti con sistema a scomparsa e potrebbe esserci anche una configurazione a 6 posti con sedili individuali.

Ma i punti interrogativi più grandi sono quelli legati alla praticità e allo stile. La nuova Sharan avrà ancora le portiere posteriori di tipo normale o le avrà scorrevoli? Sarà una monovolume classica e squadrata che guarda magari alla tradizione del Bulli o si lascerà sedurre dal piglio sportiveggiante di una S-Max? Più praticità in una veste gradevole quindi e il primo teaser rilasciato dalla Casa tedesca sembrerebbe confermare queste ipotesi.

Volkswagen Touran e Sharan BlueMotion

Foto di: Daniele Pizzo