Il direttore di gara deve stabilire se è in grado di gareggiare nel 2010

Anche se al momento non ci sono conferme al riguardo, oggi Charlie Whiting si sarebbe recato a Charlotte per fare visita alla factory della USF1. Le richieste della scuderia americana di iniziare a scendere in pista a partire dalla gara di Barcellona, quinto round stagionale, infatti sembrano aver preoccupato, e non poco, i vertici della FIA. Il direttore di gara dei Gp di Formula 1, nonché guida tecnica del Circus, vuole vederci chiaro sull'avanzamento dei lavori di realizzazione della monoposto e di tutto ciò che è necessario per la stagione 2010. Tutto questo perchè la Federazione ha recentemente chiarito che le squadre non saranno autorizzate a saltare alcuna gara se non vogliono incappare in sanzioni, anche se il nuovo 'Patto della Concordia' lascerebbe intendere che sarebbe possibile saltarne tre.

L'obiettivo della visita di Whiting quindi è quello di stabilire se la struttura americana possiede i requisiti per presentarsi in Bahrein, e poi fare rapporto al presidente Jean Todt, che dovrà decidere come comportarsi in base agli esiti. Tuttavia, oggi in Europa è rimbalzata anche una voce interessante, che vorrebbe la USF1 pronta a fondersi con la Campos o con la Stefan Gp per essere presente sulla griglia 2010. Forse è anche per questo che il manager di Josè Maria Lopez, il pilota firmato un mese fa da Peter Windsor, ha confermato di avere avuto dei contatti con la squadra spagnola.