È un rito, una tradizione, una prova del nove sempre attesa che, più di ogni altro test, è capace di valutare il lavoro di progettazione di un auto.
Innumerevoli sono infatti i modelli, più o meno sportivi, che altrettante Case testano sul circuito del Nürburgring ogni anno, e i tempi derivanti da tali prove sono la più chiara dimostrazione di quanto le soluzioni o le innovazioni applicate siano redditizie.

I tedeschi, naturalmente, sfruttano appieno il potenziale del circuito di casa e Opel non fa certo eccezione. Dopo Astra, che lo scorso Ottobre segnò un nuovo record nella classe fino a 2.000 cc, la Casa tedesca ha dimostrato che anche una monovolume può cavarsela molto bene in pista.

Lo scorso 15 Maggio, infatti, una Opel Zafira OPC ha stabilito il nuovo record per le monovolume compatte sui 20,8 chilometri dell'anello nord, la famosa Nordschleife, fermando il cronometro a 8'54"38. Al volante della vettura c'era Manuel Reuter che, in quanto ex-pilota ufficiale della squadra Opel, ha saputo sfruttare sapientemente i 240 cv di questa Zafira, capace di uno scatto da 0 a 100 km/h in 7,8 sec. e di una velocità massima di 231 km/h.

Al Nürburgring è record per la Zafira OPC

Foto di: Andrea Farina