L'ultima auto a varcare i confini dello Stato Ppntificio è una svedese

Nonostante sin dal 1930 sia Mercedes-Benz a fornire molte delle vetture del Vaticano, dalle più recenti Classe G ed ML alle più datate 300D cabriolet del 1960 e 600 pullman landaulet del 1965, l'ultima auto a varcare ufficialmente le porte dello Stato Pontificio proviene dalla nordica Svezia.

Volvo Car Corporation ha infatti donato a Sua Santità, Papa Benedetto XVI, un esemplare della Sport Utility XC90, consegnata mercoledì 28 giugno nel corso di una breve cerimonia al termine dell'Udienza Generale tenuta dal Papa.

Per Volvo erano presenti, tra gli altri, Gerry Keaney, Vice Presidente Volvo Car Corporation, capo di Marketing, Sales and Service, Pascal Bellemans, Presidente e Amministratore Delegato Volvo Auto Italia, e Michele Crisci, Direttore Generale Volvo Auto Italia.

La XC90 consegnata al Sommo Pontefice, appositamente allestita per il Suo uso personale, è una versione con motore V8 e cambio automatico, esternamente di colore blu e con gli interni in pelle chiara.

Pascal Bellemans, Presidente di Volvo Auto Italia, ha dichiarato: "Siamo assolutamente felici ed orgogliosi del dono che abbiamo potuto fare al Santo Padre. A maggior ragione se pensiamo che per Volvo la Sicurezza, e quindi la salvaguardia dell'incolumità delle persone, è da sempre un dovere senza compromessi. Non c'è dubbio che questo nostro impegno a favore della vita non poteva ricevere un riconoscimento più alto ed emozionante".

Una Volvo XC90 per BENEDETTO XVI

Foto di: Andrea Farina