Audi RS4, BMW M3, Mercedes C AMG, ovvero le solite e blasonatissime sportive tedesche, a partire dal prossimo anno avranno per la prima volta nella storia una concorrente che viene dal paese del Sol Levante. E' la Lexus IS-F, inedita versione sportiva della berlina giapponese che in queste ore è stata presentata come anteprima mondiale al Salone di Detroit.

La notizia era nell'aria da tempo e Lexus, il brand di lusso del Gruppo Toyota, non ha mai nascosto che stava lavorando ad una teorica "killer application" delle berline ipervitaminizzate made in Germany. Versioni speciali, non di certo destinate a fare grandi numeri, ma molto importanti per affermare l'identità ed il prestigio di un marchio automobilistico. Come Lexus, appunto!

I giapponesi non hanno lasciato nulla al caso: sono partiti da una berlina riuscitissima a livello stilistico, la Lexus IS, e l'hanno trasformata con il meglio della tecnologia disponibile dalle parti di Hiroshima. Il che significa un modernissimo motore V8 da 5.0 litri e oltre 400 cavalli di potenza, che rendono quest'auto capace di accelerare da 0 a 100 km/h in appena 4,9 secondi di tempo. Poi c'è il telaio, caratterizzato da un sospensione indipendente a doppio triangolo sovrapposto all'anteriore e da un multi-link sul retrotreno, un cambio automatico a 8 rapporti (il primo al mondo) dotato di funzione sequenziale con paddle dietro al volante ed un potentissimo impianto frenante della Brembo. Rispetto alla IS normale, l'assetto è stato opportunamente ribassato, la gommatura maggiorata con cerchi della BBS da 19 pollici, mentre in controllo di stabilità, che in Lexus chiamano "VDIM", può essere attivato in modalità "SPORT", meno invasiva e in grado, secondo i tecnici giapponesi, di assecondare la guida sportiva.

E se la meccanica, sulla carta, non lascia adito a dubbi quanto a sportività, l'estetica è altrettanto eloquente. Oltre alla tinta di carrozzeria con la quale è stata presentata l'auto a Detroit, uno speciale blu elettrico, queste versione si riconosce per i paraurti dotati di prese d'aria maggiorate che proseguono con una generosa bandella aerodinamica lungo tutta la fiancata del corpo vettura. Dietro ci sono invece ben quattro tubi di scarico sdoppiati verticalmente che a nostro avviso sanno un pò di tuning after market.
A parte quest'ultima caduta di stile che è comunque opinabile, il design nel complesso risulta cattivo al punto giusto e coerente con le potenzialità dell'auto.

In Europa non la vedremo prima della fine dell'anno e non sono da escludere ulteriori evoluzioni stilistiche e meccaniche prima dell'entrata in commercio come ad esempio, lo sviluppo di una versione coupé a tre porte...

Intanto le tedesche sono avvertite!

ACHTUNG: Lexus IS-F

Foto di: Alessandro Lago