Garantita la separazione tra i due marchi

La Zhejiang Geely Holding Group Company Limited, dopo aver pagato 1,8 miliardi di dollari (1,34 miliardi di euro) per acquistare Volvo, è già pronta a iniettare nel gruppo svedese fino a 900 milioni di dollari. A dirlo è stato il direttore finanziario di Geely, Yin Daqing, nel corso di una conferenza stampa in cui sono state anticipate le intenzioni del gruppo automobilistico cinese circa il rilancio dell'azienda scandinava, che, in base alle prime dichiarazioni, materrà intatta la propria identità.

La Volvo Car Corporation, di cui Geely possiede anche la proprietà intellettuale dei brevetti, aumenterà il suo utile attraverso l'allargamento dei volumi di attività e la riduzione dei costi di produzione unitari, ma la casa cinese non intende produrre auto a marchio Volvo e viceversa Volvo non produrrà auto a marchio Geely. E così, mentre i mezzi pesanti rimangono svedesi perché l'acquisizione non ha riguaradato la Volvo Trucks, le auto Volvo resteranno in Svezia perché "Volvo non sarebbe più Volvo se portata via di li'", ha detto il presidente di Geely Li Shufu, promettendo che "i rapporti tra Geely e Volvo in futuro saranno come tra fratelli, non come tra padre e figlio".