MiTo 5 porte, la Giulia, la nuova Spider e due SUV nei piani del Biscione

Al "Fiat Investor Day" Sergio Marchionne non si è fatto sconti, evidenziando che fra i maggiori insuccessi di questi anni per il Gruppo Fiat c'è il fatto di non aver centrato gli obiettivi di vendita di Alfa Romeo fissati nel 2006. Dovevano essere 300.000 unità nel 2010, invece con tutta probabilità supereranno appena un terzo di questa cifra, come annunciato in occasione della presentazione della nuova Giulietta. Volumi che secondo Marchionne non consentirebbero al marchio di sostentarsi da sé. Poco dopo è stato però lo stesso ad del Lingotto ad annunciare che il "revival" del Biscione si farà, quindi niente cessione, anzi. Ecco come.

LE ALFA ITALIANE...

Stop entro la fine dell'anno alla 147 e alla GT, mentre nel primo semestre 2011 toccherà salutare Brera e Spider. Più longeva sarà la 159, chiamata a svolgere il suo compito di ammiraglia del Biscione fino alla fine del 2012. Sarà quello l'anno di svolta per la Casa di Arese, con il restyling della MiTo e l'arrivo di Giulia berlina e Giulia Station Wagon che affiancheranno la 159. Ma anche del ritorno nel Nord America.

...E LE ALFA AMERICANE

Fra gli obiettivi mancati negli ultimi quattro anni Marchionne ha infatti incluso anche il ritorno negli USA, che è stato posticipato al 2012. Qui verranno commercializzate le due Giulia prodotte da Fiat Group, ma anche un SUV di segmento C prodotto e basato su piattaforma Chrysler. Anche il 2013 si preannuncia ricco di novità: fra tre anni è infatti prevista la nuova MiTo 5 porte (prodotta da Fiat ed esportata anche negli USA), la nuova Spider, che tecnicamente sarà un ibrido fra la tecnologia torinese e quella di Auburn Hills. Per il 2014 invece si prevede il restyling della Giulietta e un SUV di segmento D che sotto lo stile italiano avrà meccanica Chrysler, finalmente concretizzazione del concept Kamal di qualche anno fa.

Per quella data Alfa Romeo, secondo i piani del Lingotto, dovrebbe aver raggiunto un obiettivo ancora più ambizioso di quello fissato quattro anni fa: 350.000 unità all'anno in Europa e 85.000 nei paesi NAFTA.

Alfa Romeo Giulietta: grandi ambizioni

Foto di: Fabio Gemelli