Una Porsche GT3 che si guida anche a capote abbassata!

La Porsche GT3 vi fa impazzire, ma nei periodi estivi non rinuncereste mai alla guida in open-air? Il vostro stravagante desiderio è stato esaudito dal celebre tuner Cargraphic, autore della nuova GT3 RSC 3.8, ma da sempre specializzato nella personalizzazione di vetture Porsche.

Partendo da un'ottima "base" come la Carrera S Cabriolet, l'elaboratore ha modificato l'estetica della "S" convertendola in una più accattivante 997 GT3, ovviamente cabrio. Le caratteristiche esterne più peculiari sono riconducibili al doppio scarico posteriore ravvicinato, tipico della GT3, alle nuove appendici aerodinamiche e al vistoso alettone posteriore, strettamente derivato da quello ad inclinazione fissa montato sulla 996 GT2. La colorazione esterna è un nero metallizzato che mette in evidenza le scritte Cargraphic applicate lateralmente in colore arancione acceso, un altro richiamo alla tradizione RS di Porsche. I cerchi in lega adottati sono degli inediti monoblocco da 20 pollici con canale 8.5" anteriore e 12" posteriore.

Nel vano motore il 3.8 aspirato non è stato pesantemente modificato, soprattutto non è stato aggiunto nessun sistema di sovralimentazione. La cavalleria è comunque sensibilmente aumentata: grazie ad una nuova gestione elettronica e ad altre modifiche poco invadenti, GT3 RSC 3.8 by Cargraphic eroga 404 cv, a monte dei 355 inizialmente di serie.

Cargraphic GT3 RSC 3.8

Foto di: Andrea Farina