Un'altra spedizione estrema per il pick up giapponese

Hilux, il pick-up Toyota che è stato il primo veicolo ad attraversare i ghiacciai dell'Artico fino a raggiungere il Polo Nord Magnetico nel 2007, è tornato ad accompagnare un team di scienziati che dovevano piazzare le attrezzature di monitoraggio in un'altra zona particolarmente impervia del pianeta: il vulcano Eyjafjallajökull in Islanda, la montagna a lungo inattiva che ha riempito il cielo europeo con una nuvola di polvere alta fino a 7.500 metri che ha paralizzato il Continente.

Il 25 marzo, pochi giorni dopo l'inizio dell'attività dell'Eyjarfjallajökull, due Hilux hanno trasportato gli specialisti dell'Ufficio Meteo Islandese sulle varie estremità intorno al vulcano per installare tutta la loro attrezzatura scientifica. Questa strumentazione ha permesso agli scienziati di monitorare i movimenti del magma all'interno del vulcano e ha consentito di prevedere la potenza e la durata dell'eruzione. Per l'occasione sono stati utilizzati due Toyota Hilux identici a quelli impiegati nella spedizione al Polo Nord Magnetico nel 2007, opportunamente modificati dagli specialisti di Arctic Trucks1 per poter affrontare le condizioni estreme del tempo e del terreno che si incontrano in Islanda.

Toyota Hilux sul vulcano Eyjafjallajökull in Islanda

Foto di: Eleonora Lilli