90 gg di prova per convincere il governo a elettrificare l'intera flotta

Tre Nissan Qashqai a trazione elettrica hanno 90 giorni di tempo per convincere le autorità giapponesi a elettrificare l'intera flotta di auto pubbliche di Tokyo. La sfida l'ha lanciata la Better Place, l'azienda californiana da tempo partner dell'Alleanza Renault-Nissan e titolare delle stazioni di cambio nella capitale giapponese. Al momento in città ora ce ne è una sola, ma se il progetto andasse a buon fine ne servirebbero 300 per alimentare tutti i 60.000 taxi di Tokyo, che sono più di tutti quelli di New York, Londra e Parigi messi insieme, dice Shai Agassi, amministratore delegato di Better Place.

I tre taxi attualmente sulle strade nipponiche sono alimentati da batterie a ioni di litio che possono essere cambiate in meno di un minuto in apposite stazioni di cambio (vd. foto) e ciascuna carica comincia a esaurirsi dopo 300 chilometri. Ichiro Kawanabe, presidente della società di tax Nihon Kotsu, che ha promosso il progetto, dice che dopo il periodo di prova non ci sono programmi precisi. "Volevamo contribuire alla società attraverso i taxi", ha detto, mentre il presidente di Better Place, Japan Kiyotaka Fujii, ha sottolineato come i taxi rappresentano solo il 2% dei veicoli a motore in Giappone, ma contano per il 20% delle emissioni di CO2 del paese.

[ Foto: Flickr.com ]

Il taxi elettrico debutta a Tokyo




Tre Nissan Qashqai modificati per essere completamente a trazione elettrica hanno 90 giorni di tempo per convincere le autorità giapponesi a elettrificare l'intera flotta di auto pubbliche di Tokyo.

Il taxi elettrico debutta a Tokyo

Foto di: Eleonora Lilli