Così il presidente dell'ACI in una lettera a Montezemolo

"La Ferrari ha regalato all'automobilismo sportivo tricolore il titolo più esclusivo: la scuderia più blasonata e longeva della Formula 1 è italiana. Ed è il simbolo non soltanto del motorismo, ma di tutto quello che viene universalmente riconosciuto come eccellenza del made in Italy. Nessuna altra realtà automobilistica riesce a coniugare meglio emozione, tradizione, successo e tecnologia".

Il presidente ACI e vice presidente FIA, Enrico Gelpi, ha utilizzato queste parole per iniziare la lettera al presidente di Ferrari SpA, Luca Cordero di Montezemolo, scritta in occasione della ricorrenza dei 60 anni e 800 competizioni in Formula 1 delle Rosse di Maranello.

La lettera , che si chiude con le più vive congratulazioni al presidente, al direttore sportivo, ai tecnici, ai piloti, ai meccanici, alle donne e agli uomini della Casa del Cavallino Rampante e con un grande in bocca al lupo per le prossime sfide, prosegue sottomineando come "il cammino della Ferrari è stato seguito fin dagli albori con la massima attenzione dall'ACI, che nel suo ruolo di federazione sportiva nazionale e di socio fondatore della Federazione Internazionale dell'Automobile si è sempre impegnato per garantire lo sviluppo omogeneo dello sport, con regole certe e uguali per tutti".

"Solo così le eccellenze del motorismo e i campioni del volante sono riusciti e riusciranno sempre ad esprimere con successo tutto il loro potenziale", ha scritto Gelpi.