La monovolume tedesca al top per i consumi nella categoria: 4,6 l/100 km

La nuova Volkswagen Touran che si appresta al debutto (il lancio commerciale è previsto in autunno) ha ricevuto un un look tutto nuovo in linea con il resto dell'attuale gamma, ma le novità che la Casa di Wolfsburg ha introdotto sul suo monovolume compatto non sono solamente di ordine estetico.

I tedeschi con la versione Volkswagen Touran 1.6 TDI BlueMotion Technology si possono adesso vantare di aver realizzato la monovolume fino a 7 posti più parca della categoria, con un consumo dichiarato di appena 4,6 l/100 km ed emissioni di CO2 contenute in 121 g/km, a fronte di una potenza di 105 CV.

Il merito va soprattutto all'adozione del nuovo propulsore TDI 1.6 litri, abbinato al cambio manuale a 6 rapporti, che è stato profondamente riprogettato rispetto al precedente TDI cercando di migliorare l'efficienza. Questa unità va a sostituire la precedente da 1.9 litri, che nella versione BlueMotion si attestava sui 5,4 l/100 km, cioè con un valore di consumo perfettamente allineato alla concorrenza.

Prendendo in esame le principali concorrenti della nuova Touran per motorizzazione (1.6 litri turbodiesel), segmento (con passo intorno ai 2,7 metri) e fascia di prezzo (questo parametro è il più variabile), si riscontrano differenze piuttosto marcate. Renault, ad esempio, per la sua Scénic X-Mod 1.5 dCi 110 CV dichiara consumi combinati oscillanti fra 4,9 e 5,2 l/100 km, mentre per la Citroen C4 Picasso 1.6 HDi 110 CV questi si attestano fra 5,4 e 5,5 l/100 km. Completa il trittico delle antagoniste francesi anche il nuovo Peugeot 5008: fra 5,3 e 5,5 l/100km. Touran per il momento vince anche sui concorrenti connazionali: la Opel Zafira 1.7 CDTI 110 e 125 CV si attesta su 5,7 l/100km, mentre fa meglio di tutte le altre la Ford C-Max 1.6 TDCi 110 CV: 4,8 l/100 km.