L’auto "aziendale" sarà venduta il 21 maggio per sostenere il dopo-tsunami

Per continuare a sostenere le iniziative umanitarie a sostegno della popolazione del Giappone - provata da ormai due mesi dalle conseguenze di tsunami e terremoti - l'Aston Martin Rapide di Ulrich Bez, ad della Casa di Gaydon, andrà all'asta per raccogliere fondi da devolvere alla causa giapponese. La vendita all'incanto si terrà in occasione dell'appuntamento annuale di Bonhams, a Newport Pagnell, nella contea del Buckinghamshire. Le battute d'asta per l'Aston "aziendale" inizieranno sabato 21 maggio.

Per attrarre i collezionisti, l'esemplare in questione punta sull'esclusività della realizzazione, commissionata dallo stesso manager, che ha utilizzato la Rapide a scopo di rappresentanza in numerosi eventi in Europa e nel Regno Unito. Costruita a fine 2009 con numero di telaio F00039, la Rapide ha ovviamente la guida a destra ed è verniciata in "Concours Blue", in abbinamento agli interni in pelle "Nero Ossidiana". Le cuciture a contrasto sono in "Falcon Grey", mentre la plancia è rivestita in radica di noce chiara. I quattro sedili sono ventilati e riscaldati e ai passeggeri posteriori è riservato il sistema di infotainment DVD. Il recente riconoscimento della sportiva a quattro porte britannica come World Car Design of The Year 2011 contribuirà ad incrementare l'appeal di questa Aston.

Un'Aston Martin Rapide all'asta per il Giappone

Foto di: Giuliano Daniele