La tre volumi debutta a Barcellona. Entro l'anno arriverà anche in Italia

Dopo la i40 Wagon, presentata all'ultimo Salone di Parigi, ha debuttato al Salone di Barcellona la nuova Hyundai i40 berlina. Le due varianti della nuova segmento D coreana arriveranno sul mercato italiano in due tempi: la wagon in estate, mentre per la berlina si dovrà attendere la fine dell'anno. Motorizzazioni di ultima generazione, design piacevole e dotazione completa dovrebbero essere i punti di forza di questa vettura, insieme ad un listino che deve ancora essere approntato, ma che dovrebbe essere competitivo al pari del resto della gamma Hyundai.

MADE IN GERMANY

Come la wagon, anche lo stile dell'i40 berlina è stato sviluppato nel Centro R&D Hyundai di Russelsheim, in Germania. Misura 4,74 metri in lunghezza (3 cm in meno della i40 wagon), 1,81 m in larghezza ed ha un passo di 2,77 metri. Misure abbastanza importanti, ma il design risulta filante grazie ad un padiglione discendente verso la coda, a mo' di coupé, un canone stilistico sempre più in voga fra le quattro porte medie. Lo stile segue gli ultimi dettami del linguaggio stilistico che Hyundai chiama "Scultura Fluida", un tema sviluppato da Hyundai per la propria gamma europea che, adottato per la prima volta sulla concept car ix-onic presentata nel 2009 al Salone di Ginevra, in Italia sta riscuotendo un discreto successo, come dimostrano le vendite galoppanti della ix35 e della ix20.

POCHI OPTIONAL

Per la i40 berlina Hyundai promette ottima abitabilità ed una dotazione di serie molto completa, che comprenderà il dispositivo d'assistenza al parcheggio (Smart-parking Assist) ed il sistema che mantiene sempre la i40 sulla corretta corsia di marcia, chiamato Lane-keeping Assist System, così come la connettività Bluetooth con riconoscimento vocale e navigatore integrato con telecamera di parcheggio posteriore che sfrutta il medesimo monitor. A livello comfort, la i40 sarà disponibile con freno di stazionamento elettrico, sedili anteriori ventilati, sedili posteriori reclinabili e riscaldabili, sistema automatico di antiappannamento automatico e volante riscaldabile. In tema di sicurezza passiva, tutte le i40 distribuite in Europa adotteranno di serie ben nove airbag: anteriori, posteriori, a tendina ed uno dedicato alla protezione delle ginocchia del guidatore.

QUATTRO PROPULSORI

I propulsori saranno quattro, due a benzina (1.6 e 2.0 litri) e due diesel 1.7 litri con una potenza variabile da 115 a 177 cavalli e cambio manuale o trasmissione automatica disponibile però sulle versioni 1.7 diesel e 2.0 benzina. La parte del leone dovrebbe farla il nuovo propulsore 1.7 CRDi 136 CV, ma la i40 porterà anche al debutto il moderno propulsore "Nu" 2 litri Benzina GDi a iniezione diretta, un 4 cilindri da 1.999 cc, 177 CV e 213 Nm di coppia massima. In tema di prestazioni, con questo motore (ed il cambio a 6 marce), la i40 berlina accelera da 0 a 100 km/h in 9,7 secondi, con consumi pari 6,8 l/100 km nel ciclo combinato) ed emissioni medie di CO2 pari 159 g/km.

LE VERSIONI BLUE DRIVE

Alla fine dell'anno arriveranno anche le versioni ad alta efficienza e bassi consumi i40 Blue Drive, che adottano di serie l'ISG (Integrated Stop & Go), coem definisce il sistema start/stop la Casa coreana, pneumatici con ridotto coefficiente di rotolamento ed un nuovo dispositivo di gestione dell'alternatore (AMS) che elimina i carichi superflui sul propulsore. La versione 1.7 litri CRDi Blue Drive da 115 CV vanterà livelli rispettivamente livelli di emissioni CO2 e consumi contenuti in 113 g/km e 4,3 l/100km.

Hyundai i40 Berlina

Foto di: Daniele Pizzo