La più piccola del Gruppo Daimler non sfugge ad Hartge

Carlsson, uno dei più noti elaboratori di vetture Mercedes, allarga i propri orizzonti e si cimenta anche sulla piccola smart fortwo, se non altro per far sentire la propria presenza in un segmento dove Brabus "sguazza" da tempo e dove si è visto di recente qualche incursione di Lorinser e Königseder.

Per proporre la loro fortwo i fratelli Hartge - fondatori di Carlsson - hanno realizzato un kit di elaborazione composto da sapienti ritocchi di carrozzeria, cerchi ruota maggiorati e uno scarico sportivo. Nulla di nuovo sotto il sole quindi, soltanto qualche ritocco estetico e nessuna esagerazione da dragster.

Il pacchetto include un nuovo spoiler frontale che ospita una inedita mascherina in acciaio inox lucidato, fendinebbia specifici con cornice cromata, uno scivolo estrattore posteriore e nuovi terminali di scarico. Questi ultimi possono essere del tipo a quattro scarichi sulle versioni a benzina da 61, 71 e 84 cavalli. L'assetto gode di molle ribassate e cerchi in lega, disponibili nelle misure da 16 e 17 pollici, modello Carlsson 1/11 Evo BE a undici razze.

Per l'abitacolo Carlsson si limita ad alcuni particolari in alluminio, come i copri-pedali e la leva del freno a mano. Al momento non si parla di elaborazioni e potenziamenti al motore, ma conoscendo il tuner di Merzig c'è da scommettere che non tarderanno molto!

Carlsson smart fortwo

Foto di: Fabio Gemelli