Il pignone della scatola guida può cedere. 54 auto coinvolte in Italia

La prima generazione della Toyota Prius debuttò in Giappone nel 1997, per essere commercializzata in tutto il mondo nel 2000, come primo veicolo ibrido prodotto in serie. Proprio dagli stabilimenti produttivi, nel periodo compreso tra gennaio 2000 e maggio 2003, sono usciti i 54 esemplari che la filiale italiana della Casa nipponica sta richiamando tramite lettera raccomandata inviata ai possessori. Il difetto riguarda i dadi che fissano il pignone della scatola di sterzo, che possono allentarsi e impedire così la perfetta trasmissione coppia fornita dalla servoassistenza elettrica.

Nelle sterzate a sinistra, pertanto, il volante potrebbe subire indurimenti che modificano il comportamento dinamico della vettura. L'intervento sostitutivo viene effettuato gratuitamente presso la rete di assistenza Toyota, che provvede alla messa in sicurezza del pignone dello sterzo impiegando 4 ore. Le Prius che hanno manifestato questa difettosità sono 28 esemplari circolanti in Giappone e una vettura venduta sul mercato statunitense.

Toyota Prius, richiamo allo sterzo per la 1a serie

Foto di: Giuliano Daniele