Un'importante azienda USA ha appena siglato un contratto di fornitura di batterie con uno dei maggiori costruttori di Pechino

Non con un europeo o con un americano. Il mega-contratto per la fornitura di batterie agli ioni di litio destinate alle auto elettriche è stato firmato con un costruttore cinese. Quando infatti la Boston-Power, azienda statunitense specializzata nei sistemi a trazione elettrica ha dovuto scegliere un partner non ha avuto dubbi: meglio se cinese. Le previsioni sono tutte a favore di Pechino. Entro pochi anni la Cina sarà questa la patria dell'auto elettrica con milioni di vetture a zero emissioni sulle strade. "La ragione fondamentale per cui abbiamo raggiunto questo accordo con una compagnia cinese (la Beijing Electric Vehicle Company, una divisione Beijing Automotive Industry Company, ndr) e non europea o americana - spiega l'azienda in un comunicato - è che la Cina ha l'obiettivo di introdurre innovazioni sull'energia sostenibile in tutti i campi della società, inclusi i trasporti. Il paese è già il primo produttore al mondo di automobili, e vuole diventarlo anche nel settore delle auto elettriche".