Sulla coupè inglese debutta l'automatico

I fortunati - quanto pazienti - clienti della magnifica Aston Martin DBS, in alternativa al cambio manuale di serie, potranno da oggi ordinare la propria supersportiva equipaggiandola con il nuovo cambio automatico/sequenziale "Touchtronic 2".

Studiato dalla ZF per la DB9, questo cambio è stato ri-progettato per valorizzare al meglio le doti della DBS: la vettura è così capace di accelerare da 0 a 100 km/h in 4,3 secondi e di raggiungere una velocità massima di 307 km/h. Il Touchtronic consente, oltre all'utilizzo in modalità automatica, di sfruttare ottimamente i 510 CV offerti dal V12 grazie alla funzione sequenziale. Nello specifico, è possibile passare alla modalità manuale semplicemente premendo l'apposito tasto posizionato sul tunnel centrale per poi utilizzare le palette - in pelle e lega di magnesio - posizionate dietro al volante. Per chi poi desidera una risposta di acceleratore, sterzo e freni ancora più incisiva, è sufficiente che si serva del tasto "Sport", anch'esso pronto all'uso sul tunnel centrale.

Oltre al Touchtronic 2, la DBS sarà esposta a Parigi con altri interessanti accessori, come il nuovo sistema audio by Bang&Olufsen BeoSound oppure la possibilità di guadagnare due posti nella parte posteriore trasformando la DBS, come al tempo era possibile fare sulla Vanquish, in una coupé 2+2. Inoltre, per i maniaci del rapporto peso/potenza, è stato studiato un nuovo set di cerchi in lega a dieci razze da 20 pollici - disponibile in color argento o grafite - che ridurrebbe la massa di 2 kg per ruota.

I prezzi della DBS, riferiti al mercato Britannico, partono 162,500 sterline (circa 204.000 euro) per la versione col cambio manuale a sei marce, mentre si arriva a 165,500 sterline (208.000 euro) per quella con la trasmissione Touchtronic. Informazioni commerciali riguardanti gli altri mercati saranno diffuse al Salone di Parigi.

Fotogallery: Aston Martin DBS