A Muller il Trofeo Hyundai come "Miglior Giovane dei Mondiali"

E' con la consegna al 20enne Thomas Muller del Trofeo Hyundai come "Miglior Giovane dei Mondiali" che la Casa coreana ha calato il sipario sulla Coppa del Mondo 2010, vinta dalla Spagna, di cui è stata Main sponsor. Scelto da una commissione FIFA, il giovanissimo tedesco del Bayern Monaco (anche capocannoniere con 5 reti), è stato preferito al messicano Giovani Dos Santos ed al ghanese Andrè Ayew ed ha ricevuto in premio anche una Hyundai ix35.

Termina così la sponsorizzazione dell'evento che la Hyundai Motor Company Italy ha sviluppato negli ultimi mesi e che ha contribuito a diffondere il marchio Hyundai anche fra gli appassionati di football registrando un buon successo nelle vendite. La finalissima è stata solo l'ultimo appuntamento di 14 tappe del Good Will Ball Tour in tutt'Italia, che hanno coinvolto oltre 75mila spettatori. Dall'11 giugno ci si è anche dedicati al lancio delle i10, i20 ed i30 FIFA World Cup Limited Edition, insieme all'apertura dell'International FIFA Fan Fest di Roma (Piazza di Siena), del Villaggio Mondiali di Milano (urban megascreeen di Piazza Duomo) e dello Hyundai Fan Park di Firenze. Sia a Villa Borghese (Roma) che a Parco Sempione (Milano), uno stand dedicato ha ospitato l'intera gamma Hyundai 2010, capitanata dall'ix35 e sono stati distribuiti migliaia di gadget: dai cappellini alle mascotte, fino ai palloni ufficiali Hyundai ed alle vuvuzela.

Queste operazioni sono state tutte abbinate ad un intenso programma di prove su strada dell'ix35 e dell'intera gamma "i", tramite i progetti "FIFA Before Service" (Roma e Milano) e "Check-up per i Mondiali", che si è svolta presso tutti i punti di assistenza italiani. Grande successo ha poi riscosso l'iniziativa benefica "One Million Dream Balls", tramile la quale - a fronte di una registrazione sul sito della Hyundai Motor Company - l'azienda invierà il pallone da calcio dei Mondiali a tutti i bambini africani non sono in grado di acquistarne uno da soli.

Hyundai scende in campo per i Mondiali

Foto di: Eleonora Lilli