Per l'ammiraglia di Wolfsburg si parte da 68.100 Euro

Un leggerissimo restyling del frontale, con listelli cromati nel paraurti, fari adattivi allo bi-xeno e luci di posizione al LED caratterizza l'aggiornamento della Phaeton, che ha fatto il suo debutto in società allo scorso Salone di Ginevra e si appresta in questi giorni all'ingresso nel mercato italiano.

Nessuno stravolgimento estetico, dunque, per l'ammiraglia di Wolfsburg a cui gli ingegneri tedeschi hanno adesso conferito un nuovo navigatore satellitare con DVD di serie e la possibilità di avere come optional l'Adaptive Cruise Control con la funzione "Follow to Stop" che interviene autonomamente sui freni fino all'arresto dell'auto se si riduce la distanza di sicurezza oltre un certo limite. Il "Front Assist", inoltre, aiuta a prevenire i tamponamenti, mentre e il "Side Assist" sorveglia le zone laterali posteriori dell'auto e nelle manovre di sorpasso segnala il sopraggiungere di un altro veicolo.

Restano invariate le motorizzazioni, tutte con trazione integrale e cambio automatico automatico-sequenziale: l'offerta dei propulsori a benzina comprende un 3.2 V6 da 241 CV, un 4.2 V8 da 335 CV e il poderoso 6.0 W12 da 450 CV che equipaggia anche Audi, Bentley e Spyker.

L'unica novità motoristica interessa la versione "entry level", mossa dal diesel V6 3.0 da 233 cavalli che guadagna 8 cavalli di potenza, ma mantiene invariati i consumi (9,6 lt/100 km nel ciclo combinato) e diminuisce le emissioni di CO2 (259 g/km).

La nuova Phaeton è disponibile in allestimento a quattro o cinque posti e anche in versione a passo allungato, ma solo con le motorizzazioni a benzina. Il listino è composto in totale da 12 versioni. Si parte dai 68.100 Euro chiavi in mano della 3.0 V6 TDI a 5 posti e si sale fino ai 132.900 della 6.0 W12 a quattro posti con passo lungo.

Volkswagen Phaeton

Foto di: Daniele Pizzo