Volumi in crescita del 17%. C3 e DS3 le preferite

Il 2010 è inziato bene per Citroen, che da gennaio a giugno ha aumentato del 17% le vendite dei suoi modelli nel mondo. In Cina, ormai il secondo mercato della marca (14% del totale), sono state vendute 107.000 unità (+62%), in particolare C5 ha già venduto 18.000 esemplari e la gamma C4 è andata oltre i 120.000 veicoli venduti dal lancio, avvenuto 18 mesi fa.

In Europa, nel primo semestre 2010, Citroen ha conquistato una quota di mercato tra autovetture e veicoli commerciali leggeri del 6,8 %, con una penetrazione in crescita di 0,3 punti su un mercato stabile, ed è salita di un posto nella classifica delle marche, passando dal settimo al sesto posto.

La C3 e DS3 sono state le più vendute in diversi mercati europei, tra cui l'Italia, dove la quota di mercato del costruttore francese è in rialzo di 0,6 punti.

L'obiettivo della marca per il secondo semestre 2010 è proseguire sulla scia di questi promettenti, con novità quali la nuova C4, commercializzata da ottobre e prodotta nella fabbrica di Mulhouse (Francia), e l'introduzione dei modelli elettrici. Da luglio 250 Berlingo First électrique saranno forniti progressivamente ai servizi postali francesi e a fine anno sarà la volta della Citroen C-zero.

Oltre l'Atlantico invece Citroen lancerà il nuovo C3 Aircross, progettato in Brasile e prodotto nella fabbrica di Porto Real.

Citroen, semestre positivo per le vendite 2010

Foto di: Eleonora Lilli