Dai ricavi del 2011 alle 6 mln di auto prodotte nel 2014, il Lingotto è sicuro di sé

Tutto confermato in Fiat. Nel 2011, dice l'azienda, si avranno ricavi per 37 miliardi di euro; si salirà entro la fine dell'anno di un ulteriore 5% nel capitale di Chrysler e verrà avviata la produzione della nuova Panda a Pomigliano d'Arco (NA), quella di un SUV di segmento C a Mirafiori e di una nuova Maserati del segmento E alla ex Bertone, mentre la fabbrica di Termini Imerese verrà venduta. Oggi a Londra, durante una presentazione agli investitori europei, i vertici del Lingotto hanno riassunto le condizioni dell'azienda ed hanno confermato ogni punto del Piano Strategico fino al 2014.

Se infatti ancora non c'è una data precisa per il "rilancio" di Alfa Romeo in Nordamerica attraverso la rete Chrysler, è ribadita la capacità produttiva globale dell'azienda alleata con Detroit a 6 milioni di unità entro il 2014, annata in cui - secondo lo stesso piano industriale - si passerà da 11 a 5 architetture Fiat e da 11 a 7 architetture Chrysler. Sempre per il 2014 sono fissati l'investimento in Russia e il raggiungimento delle 300mila unità prodotte in Cina con Gac e 130mila unità in India con Fiat India Jv Automobiles. Confermato anche l'arrivo di un nuovo modello Ferrari ogni anno.

Fiat Group: 51 novità in 5 anni

Foto di: Eleonora Lilli