Piattaforma in comune con le prossime Panamera, Cayenne, Audi A9, Q7 e Bentley

Il pianale a trazione posteriore della prossima Porsche Panamera servirà anche per due nuovi progetti Lamborghini: la berlina 4 porte ispirata alla Estoque e il SUV 4x4 che si rifà alla LM 002 degli Anni '80. A dare per certa questa possibilità è l'inglese Auto express, secondo cui un'ampia sinergia fra i marchi di lusso del Gruppo Volkswagen è ormai improrogabile. L'inedita piattaforma verrà sviluppata da Porsche come capofila del segmento supercar e ammiraglie del gruppo tedesco e servirà anche da base per la super-ammiraglia Audi A9, la nuova Q7, prossime Panamera, Cayenne e "baby Bentley". I due nuovi modelli Lamborghini, così come quelli appena citati, serviranno ad ampliare le vendite del gruppo in paesi emergenti come Cina, Russia e India, dove la rete stradale non è sempre adatta alle GT super-ribassate.

Questo primo, storico incontro fra due dei più prestigiosi marchi di auto sportive avviene nel momento in cui la Casa del Toro ha l'occasione di "allungare" rispetto a Ferrari, che non ha tradizioni nel campo dei fuoristrada di lusso e che, per voce dello stesso Montezemolo, non intende produrre né SUV nè 4 porte. La curiosa collaborazione Porsche-Lamborghini può sembrare in qualche modo sacrilega, ma è chiaro che l'esperienza accumulata a Zuffenhausen in questo campo potrà solo giovare alla realizzazione di nuovi modelli italiani che non vadano a sottrarre energie alla realizzazione delle supercar V12 e V10, vero core business di Lamborghini. A parziale conferma di credibilità della notizia c'è poi la recente dichiarazione di Stephan Winkelmann, CEO Lamborghini, secondo cui "sinergie con gli altri marchi nell'orbita del Gruppo Volkswagen non sono escluse".

Il SUV Lamborghini sarà su base Porsche

Foto di: Fabio Gemelli