Debutto confermato per la reincarnazione della Lotus più longeva

E' confermato: al Salone di Parigi (2-17 ottobre) verrà presentata la nuova Lotus Esprit, la reincarnazione di quella che è stata la vettura più longeva di Hethel, presentata sempre a Parigi nel 1975 e prodotta fino al 2004, opera dell'estro di Giorgietto Giugiaro che al Salone di Torino del 1972 presentò il primo prototipo dal profilo a cuneo allora fortemente innovativo.

La Esprit 2011 dovrebbe essere più grande e potente della Evora, dalla quale dovrebbe derivare la piattaforma modulare che fin dall'inizio è stata concepita per molti impieghi, fra cui anche quello per una berlina a cinque porte. Per il motore invece si parla di tante opzioni provenienti da Toyota e Lexus: dal V10 della LFA, al V8 della IS F oppure ad una versione potenziata del V6 3.5 già presente sulla Evora.

La nuova Esprit non dovrebbe essere però la sola novità del prossimo Salone di Parigi. Da qualche mese la stampa britannica parla addirittura di due GT a motore anteriore e una nuova roadster che dovrebbero essere presentate alla rassegna parigina insieme al programma per i prossimi 5 anni che punta a riposizionare il marchio Lotus al livello di Porsche e Ferrari dopo l'arrivo dell'ex "maranelliano" Dany Bahar.

La nuova Lotus Esprit sarà a Parigi

Foto di: Daniele Pizzo