Listino quasi invariato, ma equipaggiamenti più ricchi. Da 16.775 euro

Con la quinta serie della Volkswagen Golf si è assistito ad una vicenda inconsueta nella storia commerciale del modello: per la prima volta, complice il mercato nel suo complesso e la sempre più accesa concorrenza, la Golf aveva bisogno di incentivi e promozioni per garantire un buon avvio delle vendite, poi proseguite con regolarità. Per questo, con la nuova generazione di Golf, è stato importante per Volkswagen ponderare bene prezzi e allestimenti nella fase iniziale della commercializzazione, prevista nel weekend 8-9 novembre: il listino è già stato anticipato ufficialmente, anche per quel che riguarda il mercato italiano.

DA 16.775 EURO

La nuova gamma della Golf arriverà in Italia con tre motori a benzina (1.6 da 102 CV, 1.4 TSI turbo da 122 CV, 1.4 TSI da 160 CV con turbocompressore e compressore meccanico) e i nuovi TDI common rail 2.0 da 110 e 140 CV, con filtro antiparticolato di serie. Volkswagen dichiara che i motori "sono Euro5" e, in alcuni casi abbinabili, al cambio DSG a 6 e a 7 marce.

Tre, invece, gli allestimenti: gli ormai classici Trendline, Comfortline e Highline. Ciò detto, vediamo subito i prezzi: si parte dalla 1.6 102 CV Trendline, con un prezzo di accesso dichiarato dalla Casa di 16.775 euro, superiore rispetto alla precedente versione "base" United 3 porte di circa 500 Euro, ma anche con una dotazione superiore, a partire dal climatizzatore (sulla United in opzione a 266 euro, ora di serie); alcune versioni, poi, costano meno rispetto alle precedenti, come la 1.4 TSI 122 CV Comfortline offerta a 19.450 Euro invece di 19.950, mentre altre sono un poco più costose, ad esempio la Golf 2.0 TDI 110 CV Comfortline (21.425 Euro) rispetto alla precedente 1.9 TDI (iniettore-pompa) 105 CV Comfortline, offerta a 21.200 Euro. Per la top di gamma a gasolio, la TDI da 140 CV, si parte dai 23.175 della Comfortline fino ai 26.175 euro della Highline. Come di consueto, i prezzi sono riferiti alla 3 porte: le 5 porte costano 720 euro in più.

ALLESTIMENTI E DOTAZIONI PIU' RICCHE

In sostanza, dunque, i prezzi sembrano allineati a quelli della precedente, e bisogno tener conto che la Golf VI, pur essendo un "restyling pesante" della V, ha alcuni contenuti in più che non riguardano solo il design di scuola "italiana": ad esempio, la migliore insonorizzazione dell'abitacolo, la plancia ben curata e dal nuovo design, la costante attenzione nei confronti di finiture e materiali.
Anche in termini di dotazioni e accessori, c'è un certo salto di qualità. Già la versione Trendline offre di serie climatizzatore con regolazione semiautomatica "Climatic", computer di bordo, sette airbags (anteriori frontali, laterali, per la testa e per le ginocchia lato guida), tre poggiatesta posteriori, ancoraggi Isofix nel sedile posteriore, programma elettronico di stabilità ESP con assistente alla controsterzata, ABS, ASR e differenziale autobloccante elettronico EDL, mentre manca il sistema radio-CD (è prevista la sola predisposizione). La Comfortline aggiunge, tra le altre cose, i cerchi in acciaio da 16" (anziché da 15"), il terminale di scarico con uscita doppia (ma in base al motore), entrambi i sedili anteriori regolabili in altezza manualmente e con regolazione lombare, il bracciolo centrale anteriore e posteriore, il sistema radio "RCD 210" con 4 altoparlanti, il regolatore di velocità. Per la Highline si aggiungono i cerchi in lega "Cleveland" da 16" con pneumatici 205/55, i fari fendinebbia, i sedili anteriori sportivi avvolgenti con rivestimento "Alcantara/Dropmag", il rivestimento in pelle di alcune parti, il computer di bordo "Plus", la radio RCD 310 con lettore CD/Mp3, otto altoparlanti e ingresso Aux-In, il volante multifunzione, il climatizzatore automatico bizona "Climatronic".

LA CONCORRENZA C'E', E DI QUALITA'

Certamente, non sarà facile per la nuova Golf fronteggiare l'agguerrita concorrenza Premium fatta di BMW Serie 1 oppure Audi A3, ma anche e soprattutto le avversarie di categoria inferiore che, comunque, hanno aumentato nel tempo la propria qualità proponendo forme di carrozzeria ancora più originali (come la Honda Civic, o la nuova Mégane, almeno nella versione a tre porte) e offrendo allo stesso tempo un ottimo rapporto qualità-prezzo d'acquisto (come, per esempio, Ford Focus, Hyundai i30 e Kia cee'd).
Riusciranno le qualità complessive e la "serietà" della Golf a farle mantenere il primato nel settore delle berline compatte?

Volkswagen Golf VI




La Volkswagen Golf VI su strada. Il video ufficiale!

VW Golf sarà la più venduta d'Europa anche nel 2010

Foto di: Eleonora Lilli