A Balocco l'auto da record del 1924 ha incontrato la city car Engine of the Year 2011

Sono nate in epoche diverse, ma entrambe hanno sotto il cofano un motore degno di nota. La prima è la Fiat SB4 Eldridge "Mefistofele", l'auto che nel 1924 ha conquistato il record di velocità arrivando a 234,97 km/h, e la seconda è la 500 TwinAir, la city car con motorizzazione bicilindrica che è diventata persino un allestimento. Le due torinesi si sono incontrate sul circuito di Balocco dove hanno messo alla prova i rispettivi propulsori: il primo aeronautico Fiat A12 (tipo "A-12 Bis") che Sir Ernest Eldridge trasformò per erogare 320 CV a 1800 giri e il secondo vincitore dell'Engine of the Year 2011.

Non è stata una vera e propria gara, ma piuttosto una dimostrazione di quanto la passione non conosca limiti, nemmeno di tempo. Basta dare un'occhiata alle foto o meglio ancora guardare il video per averne un assaggio. Fa uno strano effetto vedere presente e passato che si incontrano ed "ascoltare" il 6 cilindri in linea della Mefistofele. Davvero un'occasione rara dato che si tratta di un esemplare unico che, acquistato nel 1969 da Giovanni Agnelli, è stato solo di recente restaurato per tornare in perfette condizioni di funzionamento proprio per il test sulla pista di Balocco con la Fiat 500 TwinAir.

Fiat SB4 Eldridge "Mefistofele" e Fiat 500 TwinAir a Balocco




L'auto da record del 1924 ha incontrato la city car con il bicilindrico vincitore del premio "Engine of the Year 2011"

Fiat "Mefistofele" vs Fiat 500 TwinAir

Foto di: Eleonora Lilli