Mazda vuole essere la prima

L'idea è quella di mettersi comodi a bordo di un'auto che abbia sedili foderati con tessuti 100% vegetali. La pratica è che in Giappone Mazda sta concretizzando questa teoria con lo studio di materiali destinati a rivestire l'abitacolo interamente vegetali.

Ma può un tessuto così ecologico essere adatto alle esigenze di una vettura? I sedili, così come l'intero rivestimento interno dell'auto, sono infatti sottoposti a continui stress. Seduta dei passeggeri, carico bagagli e in molti casi trasporto di animali domestici di fatto richiedono ai tessuti che foderano i componenti della vetturaresistenza e robustezza (estetica a parte).

Secondo Mazda ed i suoi partners, ovvero Teijin e Teijin Fibers, il biotessuto che è al momento sottoposto allo studio in laboratorio non sarebbe soltanto in grado di resistere alle abrasioni, ma non si rovinerebbe col riscaldamento del sole e avrebbe perfino qualità che lo rendono ignifugo.

Un piccolo assaggio del risultato non tarderà comunque ad arrivare, anzi, è nelle intenzioni di Mazda presentare il tessuto in occasione del prossimo Salone di Tokyo. A fare da "modella", probabilmente la Premacy Hydrogen RE Hybrid della Casa giapponese.

Interni vegetali al 100%

Foto di: Eleonora Lilli