Traguardo a sei zeri per il crossover giapponese che nasce in Inghilterra

Con un ritmo produttivo medio di 1.200 esemplari al giorno (uno al minuto) la Nissan Qashqai ha impiegato appena quattro anni, sei mesi e 23 giorni per arrivare a quota 1 milione di esemplari. Tanti ne ha sfornati infatti lo stabilimento britannico di Sunderland, dove la produzione del best seller giapponese è stata avviata il 5 dicembre 2006 e dove oggi il crossover viene assemblato accanto alla Note e alla Juke, e presto anche alla elettrica Leaf. Il milionesimo esemplare è un Qashqai TEKNA color argento con motore Diesel da 2,0 litri: sarà esposto all'O2 di Londra (l'ex Millenium Dome) ed andrà in premio a un fortunato automobilista.

IL GIAPPONESE "BRITISH"

La patria europea di Nissan è l'Inghilterra: il Centro europeo di Design si trova a Paddington (a Londra) e ha una quarantina di dipendenti, mentre il Centro Tecnico europeo si trova a Cranfield, nel Bedfordshire, e ha circa 500 dipendenti. Le vetture vengono costruite a Sunderland, un impianto costruito nel 1984 ed entrato in produzione nel 1986, da dove raggiungono oltre 97 mercati mondiali. In particolare l'80% degli attuali Qashqai viene esportato attraverso il porto di Tyne e lo sarà anche la prossima generazione, che verrà disegnata, progettata e prodotta interamente in Gran Bretagna, dove il Governo Cameron sta dando un grande supporto all'industria automobilistica straniera.

Gallery: Nuova Nissan Qashqai e Qashqai+2