Debutto "open" al Salone di Los Angeles

La grintosa e potente Gallardo LP 560-4, presentata allo scorso Salone di Ginevra, è destinata a non rimanere da sola: come previsto, si appresta infatti a debuttare al Salone di Los Angeles (21-30 novembre 2008) l'affascinante sorella scoperta, la Lamborghini Gallardo LP 560-4 Spyder

Dal punto di vista estetico le modifiche rispetto alla coupé sono tutte concentrate sulla coda: il cofano posteriore, come nella precedente Gallardo Spyder, permette di ospitare il tetto in tela che si ripiega in circa 20 secondi, oppure di accedere al vano motore, la cui architettura è evidenziata dalle due griglie di aerazione allineate.

Quanto alla meccanica, la nuova Spyder subisce le stesse "cure vitaminiche" della LP 560-4 coperta: il V10 ha dunque cilindrata di 5.204 cc, iniezione diretta di benzina, potenza massima di 560 CV a 8.000 giri/min e coppia massima pari a 540 Nm a 6.500 giri/min; il cambio può essere manuale o meccanico sequenziale E-Gear, mentre la trazione è, come sempre, integrale permanente. La LP560-4 Spyder pesa circa 50 kg più della coupé (1.550 kg in tutto), e secondo Lamborghini raggiunge una velocità massima praticamente uguale (324 contro 325 km/h, anche a tetto aperto), mentre peggiorano un poco i dati di accelerazione (da 0 a 100 km/h in 4 secondi anziché 3,7). Un'inezia, rispetto al piacere di una Lamborghini scoperta...

Lamborghini Gallardo LP 560-4 Spyder in arrivo

Foto di: Sergio Chierici