Il rinnovato SUV coreano convince, e non solo per i 7 anni di garanzia

Giunta alla sua terza generazione, la Kia Sportage cambia ulteriormente fisionomia e si propone sul nostro mercato come una concreta alternativa nell'affollato segmento dei SUV-crossover compatti che prediligono i viaggi e la città ai più impegnativi percorsi in fuoristrada. Già nell'aspetto modernamente filante e pulito il nuovo Kia Sportage annuncia l'intenzione di andare a infastidire nomi importanti come Ford Kuga, Nissan Qashqai e Volkswagen Tiguan, grazie anche allo stile di Peter Schreyer che ben si adatto a un mezzo di queste dimensioni.

C'E' SOSTANZA

Oltre al design moderno il nuovo Sportage offre però anche molta sostanza, riassumibile nei quattro moderni motori disponibili, due a benzina e due Diesel, nel vano di carico da 564 litri e nella possibilità di scelta fra versioni a 2 o a 4 ruote motrici con sistema Dynamax AWD. Non meno interessante è poi la garanzia di 7 anni o 150.000 km, valida anche in caso di cambio del proprietario. Infine ci sono i prezzi, che partono dai 19.950 euro della 1.6 benzina 2WD per arrivare a un massimo di 28.900 euro per la 2.0 CRDI AWD.

LO STILE CONVINCE

Il nuovo aspetto vagamente modaiolo e cittadino porta l'osservatore a soffermare lo sguardo su dettagli effetivamente ben riusciti come il frontale affilato, il massiccio e al contempo elegante posteriore e i bei cerchi in lega da 17" o 18" di serie, ma aanche salendo a bordo non si rimane delusi di questo "nuovo corso" Kia. La sensazione di solidità e di qualità concreta viene confermata dai matertiali della plancia, semplici e solidi allo stesso tempo, con plastiche di buona qualità che non fanno gridare al miracolo, ma che soddisfano. Tutto è al posto giusto, compresi i comandi al volante e quelli della climatizzazione, mentre l'unica perplessità nasce dalla sensazione di vicinanza al parabrezza e al tetto quando si regola il sedile sui livelli più alti.

SU STRADA

Dopo pochi chilometri con il nuovo Kia Sportage ci rendiamo conto di come questo 2.0 CRDI VGT a gasolio da 136 CV sia il motore perfetto per muovere in disinvoltura la massa del rinnovato SUV coreano, capace com'è di esprimere un brio insospettabile alla vettura, merito sicuramente anche dei suoi 323 Nm di coppia massima fra 1.800 e 2.000 giri/min. I risultati del lavoro di insonorizzazione effettuato dai tecnici Kia si traduce in un ottimo comfort di marcia e nel silenzio dell'abitacolo. L'assetto non presenta particolari difetti o un accentuato rollio, come accade a volte su questo tipo di vetture, ma infonde sempre un buon senso di sicurezaza. Il cambio è ben manovrabile e veloce, lo sterzo reattivo e diretto, la visibilità buona su ogni lato.

DOTAZIONI E PREZZI

Il nuovo Kia Sportage 2.0 CRDI VGT Active 2WD che abbiamo provato ha un prezzo di listino di 23.950 euro, comprensivo di 6 airbag, cerchi in lega da 17", climatizzatore manuale, luci diurne a LED, barre sul tetto, sensore pioggia, fendinebbia, volante e cambio rivestiti in pelle e impianto audio con prese Aux e USB. A questo allestimento si può aggiungere la vernice metallizzata (600 euro), il tetto panoramico apribile (1.000 euro), i sensori di parcheggio posteriori (300 euro), il navigatore touch screen con telecamera di parcheggio posteriore (1.400 euro) e il kit Bluetooth comprensivo di comandi al volante e cruise control (450 euro). La versione d'accesso alla gamma nuovo Kia Sportage è invece la 1.6 GDI Active 2WD da 19.950 euro, con la Sportage 1.7 CRDI VGT Active 2WD che con i suoi 21.950 euro è il modello centrale e più appetibile per il mercato italiano e la Sportage 2.0 CRDI VGT Class AWD che rappresenta il top della gamma a 28.900 euro.

Nuovo Kia Sportage 2.0 CRDI VGT

Foto di: Fabio Gemelli