Per l'UNC è "offensivo per coloro che faticano ad arrivare a fine mese"

E' di "cattivo gusto". Così l'Unione Nazionale Consumatori ha bollato lo spot della nuova Lancia Ypsilon, tanto da segnalare il messaggio pubblicitario di cui è portatore Vincent Cassel all'Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria. "E' inaccettabile presentare come diritto di ciascuno un tenore di vita dispendioso o un bene superfluo che rappresenti un eccesso rispetto alle possibilità economiche dei cittadini" ha dichiarato in una nota ufficiale Massimiliano Dona, Segretario generale dell'Unione Nazionale Consumatori (UNC).

La polemica è a parer nostro un pò pretestuosa, visto tutti gli spot pubblicitari, in modo più o meno evidente, fanno leva sui desideri o sui vizi dei consumatori e, più in generale, della nostra società. Dona però segnala che sono gli stessi consumatori ad aver scritto all'associazione per protestare contro lo spot e rincara la dose portanto il discorso sul contesto socio economico del paese: "Forse in Lancia dimenticano la condizione delle famiglie italiane sempre più povere e indebitate e credono che tutti possano vivere come il loro prezzolato testimonial Vincent Cassel, che fa l'attore ed è sposato con Monica Bellucci! Questa pubblicità è un'offesa per tutti coloro che faticano ad arrivare alla fine del mese e per cui un'automobile è una necessità più che un lusso. Senza contare - prosegue l'avvocato Dona- che il messaggio che trapela è diseducativo, come se 'carattere ed originalità', qualità attribuite all'autovettura (e immaginiamo dunque a chi la guidi), fossero peculiarità soltanto di chi può permettersi certi sfarzi".

Voi cosa ne pensate?

Nuova Lancia Ypsilon, lo spot con Vincent Cassel




L'attore francese recita nello spot in onda dal 5 giugno sotto forma di monologo impostato come una pièce teatrale, con continui salti di tono e di enfasi perché l'attore recita due parti contemporaneamente

Nuova Lancia Ypsilon, lo spot con Vincent Cassel

Foto di: Eleonora Lilli