Le donne sono più attaccate alla propria vettura rispetto agli uomini

C'è chi controlla di aver chiuso l'auto tre volte (30%), chi la chiama con nomignoli affettuosi (19%) e chi non la presta mai a nessuno (18%). L'auto fa impazzire gli italiani e uno su due ammette di avere nei suoi confronti delle vere e proprie manie. Il 52% dei patentati, come emerge da un sondaggio di Chiarezza.it, considera la propria auto una delle dieci cose alle quali tiene di più e addirittura il 12% gli attribuisce un'anima piazzandola in cima alla propria Top Ten. Ma c'è un dato che non va sottovalutato: sono le donne ad essere le più attaccate alle quattro ruote. Rispetto agli uomini ne curano di più l'aspetto e spesso gli danno un nome, conosciamo quindi più da vicino queste "manie".

GLI ATTEGGIAMENTI PIU' DIFFUSI

Un italiano su tre non nasconde di avere un'inclinazione "ossessivo-compulsiva" verso la propria auto che lo spinge a controllare almeno tre volte di aver chiuso la portiera a chiave, "smanettando" con la maniglia per assicurarsi che sia a prova di ladro. C'è poi chi la chiama per nome. Gli appellativi più diffusi sono: KITT in onore del noto telefilm Anni '80 Supercar; "Bat-mobile" per ricordare il super eroe dei fumetti; "La mia bimba" o "Catorcino"; vezzeggiativi a seconda del modello come "Puntina", "smartina", "Foxy". Ma le manie non finiscono qui. C'è chi lo fa per sfiducia nei confronti della propria moglie o del proprio figlio magari neo-patentato, chi per obblighi assicurativi, avendo contratto una polizza a conducente esclusivo, ma il 18% degli intervistati dichiara di non concedere a nessuno le proprie chiavi. Ci sono poi i fanatici della cera e dell'arbre magique, il 14% degli italiani ama tirare a lucido la carrozzeria e aspirare i tappetini per avere il bolide sempre splendente. Simili inclinazioni per quelli che vietano ai passeggeri di portare a bordo cibo e vivande (12%) per evitare di trasformare l'abitacolo in una piazzola da pic-nic, e per quel 9% che si rifiuta categoricamente di lasciare la propria auto nelle grinfie dei rulli dell'autolavaggio.

UN ATTACCAMENTO TUTTO... AL FEMMINILE

In questo scenario non bisogna di certo dimenticare i moderati, ovvero quel gruppo considerevole di persone (24%) che nonostante escluda l'auto da questa classifica, se ne prende cura e non manca di prestare i dovuti accorgimenti. Stessa percentuale (24%) per coloro che vedono le quattro ruote come un mero mezzo di trasporto fine a se stesso. Cioè non tutti sono così legati alla propria vettura e allo stesso modo, ma sorprende la risposta delle donne. Ben il 10% in più ha ammesso di avere una passione "maniacale" nei confronti dell'auto. Segno forse di un romanticismo più spiccato.